«

»

Stampa Articolo

Villa de Sanctis: cresce la tensione per il rischio di crolli e voragini

Area giochi Villa de SanctisTardano ancora ad attivarsi dei veri e propri piani di intervento utili a scongiurare il pericolo di un totale cedimento del sottosuolo all’interno del quartiere romano.

Continua a crescere la preoccupazione nella zona di Villa de Sanctis per le condizioni sempre più critiche delle varie cavità sotterranee presenti sul territorio e per le quali già lo scorso 7 marzo gli speleologi dell’Associazione di Roma Sotterranea avevano presentato al V Municipio una precisa relazione, specificando la necessità di un intervento imminente atto a scongiurare il rischio di crolli almeno nei punti più problematici del quartiere. Ad oggi però l’opera di riempimento delle “cave di pozzolana” resta ancora in fase di stallo, in mancanza di quei fondi necessari che il Dipartimento dei Lavori Pubblici intendeva richiedere al Comune di Roma per “somma urgenza”.

“Restiamo ancora in attesa  – afferma Giulia Pietroletti, Assessore alle Politiche Ambientali, Decoro Urbano, Igiene, Innovazione della P.A., Politiche di Integrazione di Etnie del Municipio V- della fine dei sondaggi e delle valutazioni da parte degli strutturalisti, almeno per ciò che riguarda la situazione del centro sportivo nel parco di Villa de Sanctis”. Proprio all’interno della polisportiva infatti era stato individuato il punto più critico corrispondente all’area occupata dagli spogliatoi, dove il processo di erosione del sottosuolo appare più evidente: ma al momento anche qui i tempi di intervento restano incerti (considerando anche che la spesa prevista per il riempimento della cava ammonterebbe a 1mln e 200mila euro totali). E nel frattempo risultano quasi del tutto assenti anche delle vere e proprie misure di sicurezza, gettando ulteriormente nella confusione i residenti sull’effettiva gravità della situazione.

“Quello che manca è anche una corretta informazione e percezione del problema – commenta Luca Arioli, Consigliere per il V Municipio – perché in realtà i dati rilasciati dagli speleologi sono molto meno rassicuranti. E’ come per i terremoti: non si sa quando avverranno, ma i rischi di crateri e voragini ci sono!” Inoltre è stato consegnato alla fine del mese di aprile al Presidente Giammarco Palmieri e all’Assessore Giulia Pietroletti il verbale redatto dal cons. Claudio Giuliani sull’incontro avvenuto in data 25 marzo 2015 tra le commissioni congiunte di Urbanistica e Lavori Pubblici e i tecnici del Dipartimento SIMU, con particolare attenzione alle dichiarazioni del geologo capitolino Theo Huber che garantiscono il rischio di insorgenza di crolli del sottosuolo in corrispondenza proprio dell’impianto sportivo (con l’interessamento anche delle zone limitrofe corrispondenti al parcheggio antistante Villa de Sanctis e all’area gioco per bambini).

“La situazione è grave – commenta Alessandro Moriconi, ex Assessore all’Ambiente – perché il degrado e la mancanza di una manutenzione seria stanno distruggendo un impianto verde tra i più belli della periferia romana. Tutto viene fatto in maniera approssimativa e chi governa in questo momento deve tenere bene a mente il reale pericolo che i cittadini corrono ogni giorno di vedersi letteralmente crollare la terra sotto i piedi”. Jacopo Ventura

 

 

Permalink link a questo articolo: http://www.fieradellest.it/villa-de-sanctis-cresce-la-tensione-per-il-rischio-di-crolli-e-voragini/

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.