«

»

Stampa Articolo

Villa Certosa. Il Giardino Liberato festeggia il III anno di occupazione

Giardino_Liberato_Certosa_4Era il 2013 quando gli abitanti del quartiere decisero di far vivere con le loro iniziative il parchetto mai ultimato tra via di Villa Certosa e via Paciotti. E per completare i lavori basterebbero poche migliaia di euro.

Sabato 22 ottobre il Giardino Liberato ha festeggiato il suo terzo anno di occupazione, e complice la calda giornata autunnale decine di abitanti del quartiere si sono riunite per passare insieme una giornata tra spettacoli di giocoleria, laboratori per bambini, musica e concerti: una giornata speciale, “per opporsi alla cultura della speculazione e dell’abbandono”.

La storia del Giardino ha inizio nel 2012, quando una volta completata l’edificazione di alcuni box interrati, i costruttori privati interruppero i lavori del parchetto soprastante, inserito originariamente nel progetto come opera di compensazione urbana. Con il passare dei mesi ebbe si succedettero i  cambi di proprietà del blocco dei box, e con esso il rimpallarsi delle responsabilità sui lavori ancora da ultimare. L’unica cosa certa è che il parchetto rimase un’opera incompiuta. Gli abitanti di Villa Certosa non restarono a guardare e un anno dopo decisero di occupare l’area e restituirla alla quotidianità delle persone: così il Giardino iniziò a ospitare rassegne, feste di quartiere, mercatini biologici.

Per capire a fondo i motivi della lotta che gli abitanti di Villa Certosa stanno combattendo dal 2013, si può partire da un semplice dato statistico: secondo una ricerca ISTAT dello scorso maggio, a Roma ogni abitante ha a disposizione circa 16 metri quadri di verde a testa. Per chi abita qui, invece, la media scende drasticamente quasi fino allo zero: il Giardino Liberato è l’unico spazio di cui possono godere i residenti del quartiere.

Lo scorso ottobre il Presidente del Municipio V Giovanni Boccuzzi, intervenuto in un’assemblea pubblica nel quartiere, ha assicurato che in breve tempo sarà messa in sicurezza e collaudata l’area giochi riservata ai bambini, così come sono stati garantiti gli altri interventi necessari: elettricità, illuminazione e acqua corrente. Sarebbero sufficienti lavori per poche migliaia di euro per restituire ai cittadini uno spazio completamente fruibile.

Il Presidente del Comitato di Quartiere Paolo Munzi commenta: “Non è la prima volta che assistiamo a questo tipo di promesse: vediamo cosa accadrà questa volta. Il Giardino Liberato è diventato il simbolo delle lotte degli abitanti del quartiere, ma al Presidente abbiamo chiesto risposte anche su altri temi importanti per Villa Certosa: ripensare una viabilità più efficiente, l’istituzione della Zona 30, ma anche la riqualificazione dell’area compresa tra via dei Savorgnan e viale Filarete, lasciata completamente all’abbandono”.

Michele Liberati

Permalink link a questo articolo: http://www.fieradellest.it/villa-certosa-il-giardino-liberato-festeggia-il-iii-anno-di-occupazione/

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.