«

»

Stampa Articolo

Videoriprese, a quando il parere della Commissione?

Onorati (PD)

Onorati (PD)

La Consolino passa la palla sul tema delle videoriprese alla Commissione Regolamento. Che prende tempo. Intanto la nostra lettera protocollata non ottiene risposta.

“Ci lavoreremo in Commissione. Non è urgente. Bisogna valutare bene il tema. Ora non so cosa rispondere”. Commenta così il Presidente della Commissione Bilancio, Patrimonio. Decentramento e Regolamento, Rosario Onorati, risponde in merito al tema delle videoriprese in Aula. La Presidente del Consiglio, Ambra Consolino, aveva posto, con la disposizione n. 3 dell’ 1/10/2013 relativa all’autorizzazione di videoriprese nelle sedute consiliari, gravi divieti in merito al diritto di cronaca e la libertà di stampa.

“E’ vietata la diffusione parziale – si legge nella disposizione -  la manipolazione dei contenuti, l’inserimento di videoriprese successive con opinioni o commenti personali in quanto in contrasto con le finalità dell’informazione pubblica completa e trasparente. Quanto sopra, eccezion fatta per le sole trasmissioni che garantiscano il diritto all’informazione (es. telegiornali)”. In barba alla Legge 3 febbraio 1963, n. 69 Titolo I Art. 2 dell’Ordinamento della Professione del Giornalista per cui  “è diritto insopprimibile dei giornalisti la libertà di informazione e di critica, limitata dall’osservanza delle norme di legge dettate a tutela della personalità altrui ed è loro obbligo inderogabile il rispetto della verità sostanziale dei fatti, osservati sempre i doveri imposti dalla lealtà e dalla buona fede” e in barba all’Articolo 21 della Costituzione Italiana per cui “tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione. La stampa non può essere soggetta ad autorizzazioni o censure”, il Presidente del Consiglio limita quello che la legge tutela con il diritto di cronaca e la libertà di stampa, stabilendo che il giornalista che realizza videoriprese non può commentare né esprimere opinioni a scopo informativo in merito al contenuto dei filmati realizzati.

La nostra redazione aveva subito scritto e protocollato una lettera alla Presidente per contrastare tale provvedimento, alla quale ancora non abbiamo ricevuto risposta, e scritto all’Ordine dei Giornalisti. La Consolino, così, ha passato la palla alla Commissione presieduta da Onorati, che tutto sembra fuorché interessato a porre rimedio ad una disposizione anticostituzionale. Un disinteresse che lo renderà, se prolungato, complice di una grave violazione dei diritti fondamentali della stampa e colpevole di abuso di potere. Proprio come la Consolino.

Federica Graziani

Permalink link a questo articolo: http://www.fieradellest.it/videoriprese-a-quando-il-parere-della-commissione/

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.