«

»

Stampa Articolo

Via Serracapriola, a rischio frana le case

giuliana mostra col piede il dislivello di circa 4 centimetriIn pochi anni l’abitazione della signora Santercole si è infossata di circa 4 centimetri. Il fatto è stato denunciato alla Romeo e ai Vigili del Fuoco inutilmente. Quello che più preoccupa è l’impotenza del Municipio di fronte a situazioni di questo genere.
Un’abitazione rischia di franare direttamente dentro al garage sottostante. Succede nella casa di Giuliana Santercole in via Serracapriola 40. Giuliana abita a Torre Angela dal ‘76, è in affitto in una casa dal Comune di Roma. Negli ultimi anni il suo appartamento popolare ha subìto un rapido deterioramento: è andato a fuoco il sistema elettrico, ma soprattutto i discendenti e le tubature in ferro e piombo si sono guastate irreparabilmente. Per questo tipo di disagi la Romeo Gestioni, ente incaricato da Roma Capitale della manutenzione, dovrebbe intervenire sostituendo le parti malfunzionanti. E invece Giuliana – per quel che ha potuto – è stata sempre costretta a ricorrere ai lavori privati, se non familiari: “Mio marito ha dovuto rompere i muri e cambiare le tubature, ha addirittura rifatto l’impianto elettrico sebbene si vedano i passanti dei fili in PVC”.
Ma quando l’umidità, sempre più percepibile nella casa, e forse il passaggio dei mezzi pesanti dalla concessionaria accanto che fanno tremare le case arrivano a danneggiare il solaio che collega il pavimento al soffitto del garage sottostante, diventa impossibile correre da sola al riparo. “Negli anni mi sono accorta che la casa è letteralmente scesa di qualche centimetro. Me ne accorgo osservando le crepe per terra, quando spazzo per terra o anche semplicemente camminando. In giardino è addirittura visibile, due superfici decorate con mattonelle diverse prima erano sullo stesso piano, ora una è smottata sotto l’altra!”. Alla luce di queste inquietanti scoperte è stata redatta una segnalazione nel giugno 2011 alla Romeo. Quando il geometra è arrivato in via Serracapriola 40 però non era per casa di Giuliana, bensì per segnalazioni di altri inquilini che (giustamente) notavano come le luci del garage si fulminassero di continuo. Motivo? Proprio il solaio fradicio che gocciolava sui fili della corrente.
uando il tecnico è stato condotto in casa Santercole, preoccupato, ha promesso di chiamare l’ingegnere della Romeo per pianificare un eventuale intervento. “Ebbene io l’ingegnere non l’ho mai visto” conclude sconsolata Giuliana. Ancora nel novembre del 2011 sono stati interpellati anche i Vigili del Fuoco, i quali accorsi sul luogo – dopo aver osservato le crepe a terra – si sono limitati ad uno sconcertante: “Signora lei vuole solo farsi rifare il pavimento!”. “Io sono amareggiata e frustrata – continua Giuliana – vorrei solo avere la certezza che la mia casa sia sicura, stabile, che da un giorno all’altro non ci sia il pericolo che cadiamo di sotto!”. La cosa che più stupisce poi è l’impotenza del Municipio di fronte alla negligenza della Romeo. Dice Valter Mastrangeli, Assessore ai Lavori Pubblici: “Una volta fatta le segnalazioni, la Romeo non interviene praticamente mai. Non risponde nemmeno più alle chiamate, nemmeno alle segnalazioni fatte dal Presidente Scipioni. La situazione è disperata, spero siano cacciati via il più presto possibile. L’unico tipo di azione efficace consisterebbe nel far loro causa, ma pagarsi l’avvocato non è da tutti”. La Romeo non solo sta lasciando al Comune un’eredità di scandali, ma sta anche riuscendo nell’ardua impresa di non far sentire le persone al sicuro neppure in casa propria.
Manuel Manchi

Permalink link a questo articolo: http://www.fieradellest.it/via-serracapriola-a-rischio-frana-le-case/

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.