«

»

Stampa Articolo

Via Liberti, residenti costretti al ‘fai da te’ tra degrado e abbandono

Via Liberti3Strade semi-asfaltate, illuminazione carente, cumuli di rifiuti e nessun servizio.

E’ un disagio che sembra non avere fine quello in cui sono costretti a vivere i residenti di Colle degli Abeti, nella zona compresa tra via Raffaello Liberti e via delle Cerquete. La mancanza  di fondi per le opere a scomputo previste ha comportato strade più o meno diroccate e un generale senso di abbandono. E l’emblema del degrado sono i cumuli di rifiuti sparsi qua e là. Una zona residenziale di recente realizzazione che avrebbe dovuto accogliere i nuovi inquilini con tutti i comfort del caso; invece mancano addirittura i servizi primari all’interno di alcuni condomini, come lamentano gli stessi residenti sulla pagina Facebook di Colle degli Abeti. Di aree verdi e scuole neanche l’ombra e le strade sono rese pericolose da un’asfaltatura in buona parte incompleta con i tombini rialzati, se non addirittura divelti. Una sorta di cantiere a cielo aperto, dove anche l’illuminazione lascia a desiderare; e sulla complanare di via Liberti, che avrebbe dovuto essere la strada principale di congiunzione con l’autostrada, i marciapiedi sono stati realizzati solo da pochi mesi. A confermare questo disagio è il signor Gabriele Sisti, uno dei tanti residenti costretti al ‘fai da te’ per salvare quel che si può dal degrado sempre incombente, attraverso delle piccole opere di bonifica autofinanziate.

“Ci sentiamo abbandonati da tutti, istituzioni in primo luogo, e se non fosse per noi residenti qui la situazione sarebbe ancora più degradata”, commenta amareggiato Sisti mentre mostra le recinzioni che dividono la complanare di via Liberti dalla sua strada ‘gemella’ che rimane per ora un miraggio. “Dove c’è il terriccio doveva sorgere una strada a quattro corsie, ovvero via Liberti, in grado di collegare velocemente il quartiere con lo sbocco dell’A24 attraverso un percorso di circa 1km e mezzo. Ma non se n’è più fatto nulla per mancanza di fondi e fino a poco tempo fa su quel percorso c’era una sorta di discarica”, spiega Sisti. La complanare di via Liberti conduce verso l’intersezione tra via Traglia e via delle Cerquete, da un lato, mentre è senza via d’uscita sul versante in cui incrocia via Turoldo. “In via delle Cerquete combattiamo da circa un anno con una discarica ma, nonostante le numerose segnalazioni, nessuno ha mai provveduto a rimuovere i cumuli di rifiuti. Verso via Turoldo, invece, abbiamo il problema di due container situati nel cantiere di un centro commerciale mai ultimato. In quei container vanno a dormire dei rom e anche in questo caso le istituzioni non hanno fatto nulla”, conclude Sisti. Ci si chiede a questo punto, lungi dalla tentazione del facile populismo, quale sia il senso di far pagare le tasse a chi non usufruisce di alcun servizio. Simone Sperduto        

Permalink link a questo articolo: http://www.fieradellest.it/via-liberti-residenti-costretti-al-fai-da-te-tra-degrado-e-abbandono/

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.