«

»

Stampa Articolo

Via Francigena del Sud, finalmente il progetto per il versante prenestino

Ponte di NonaIn attesa dell’ok definitivo del Comune sul percorso, si respira ottimismo tra istituzioni e associazioni.

Le origini della via Francigena risalgono all’Alto Medioevo, più precisamente al VII secolo. A quel tempo i Longobardi, in lotta con i Bizantini per il predominio sull’Italia, tracciarono questo itinerario per attraversare gli Appennini in modo sicuro e collegare quindi il Regno di Pavia ai ducati dell’Italia meridionale. Bisogna attendere tuttavia l’avvento dei Franchi per arrivare all’attuale denominazione del percorso, che letteralmente significa “strada originata dalla Francia”. L’importanza della via Francigena è legata nei secoli soprattutto al suo ruolo chiave di collegamento tra popoli di fede diversa, fungendo da raccordo tra Occidente ed Oriente per il pellegrinaggio. Dal Cammino di Santiago fino alla Terrasanta, passando per il centro della Cristianità: Roma. In territorio italiano il percorso è generalmente suddiviso in Francigena del Nord e Francigena del Sud, con la prima che giunge fino al Gran San Bernardo e la seconda invece giù fino a Brindisi. Era proprio dal porto pugliese che i fedeli si imbarcavano alla volta di Gerusalemme.

Il progetto – Negli ultimi anni l’interesse per la riscoperta e la valorizzazione dell’antico percorso ha coinvolto istituzioni e mondo dell’associazionismo soprattutto a Roma. Per la Francigena del Nord non si sono incontrate grandi difficoltà nell’individuare il punto di congiunzione con la Capitale, corrispondente alla zona compresa tra Cassia e Trionfale; per il passaggio a Sud, invece, si è a lungo dibattuto sull’opportunità di considerare un doppio asse che passasse tanto per via Appia e via Latina quanto per via Prenestina. C’è ottimismo in tal senso da parte dell’Associazione Francigena Praenestina, presieduta da Franco Boccia, che da tempo è impegnata a promuovere l’inclusione del versante prenestino all’interno del progetto seguito dalla Sovrintendenza per i Beni culturali del Comune di Roma. “L’idea nasce quasi per caso nel 2012 con la volontà di valorizzare il nostro territorio situato all’estrema periferia est di Roma, attraverso la riqualificazione di strade come la Prenestina da rendere così adatte a percorsi pedonali turistici per riscoprire un immenso patrimonio storico e archeologico. Il Comune ha manifestato la nostra stessa volontà e ci ha dato segnali positivi per il buon esito del progetto”, spiega Gaetano Sipari membro dell’Associazione Francigena Praenestina che non esclude per il futuro anche l’idea di percorsi ciclabili, con un notevole beneficio per la mobilità sostenibile.

Il Municipio – I due municipi coinvolti nel progetto per la parte est di Roma sono il VI e il V. All’interno del Municipio VI il percorso si estende per circa 6km dalla zona di Torre Angela fino al confine con il Comune di Montecompatri lungo l’asse che corre parallelo alla Prenestina e che attraversa quartieri come Colle Prenestino, Colle Monfortani e Colle del Sole, passando per bellezze di interesse storico e archeologico come il Ponte di Nona, le Necropoli di Osteria dell’Osa e i ritrovamenti nell’area di Gabii. “Sono stati fatti tutti i rilievi del caso con dei sopralluoghi e il percorso è stato studiato e poi tracciato sulle mappe. Un itinerario che dovrà essere approvato definitivamente con una delibera comunale e che dovrà quindi permettere la messa in sicurezza di via Prenestina nei tratti di maggiore criticità privi di marciapiedi, che sono quelli compresi tra Colle Prenestino e Colle Monfortani”, spiega Massimo Sbardella Presidente della Commissione Scuola e Cultura del Municipio VI che ricorda anche “la bella iniziativa di metà ottobre che ha registrato la partecipazione di tantissimi cittadini alla passeggiata per la riscoperta della via Francigena”. Simone Sperduto

Permalink link a questo articolo: http://www.fieradellest.it/via-francigena-del-sud-finalmente-il-progetto-per-il-versante-prenestino/

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.