«

»

Stampa Articolo

VI Municipio. Il PD presenta una mozione di salvaguardia e tutela per il parco di Casa Calda

In previsione della restituzione al Vaticano dei terreni del parco di Casa Calda, il capogruppo dem Fabrizio Compagnone e il consigliere Gianfranco Gasparutto hanno presentato una mozione che impegna la Giunta Romanella  ad attivarsi presso la Sindaca, per la tutelare l’area dalle speculazioni e salvare il centro anziani.

iniziative-al-centro-anzianiAnche il VI municipio, tramite la mozione presentata dai consiglieri dem Fabrizio Compagnone e Gianfranco Gasparutto, si unisce alla battaglia per tutelare il patrimonio ambientale del parco di Casa Calda e difendere gli spazi sociali che lo animano. Una mozione simile era stata presentata e votata all’unanimità, anche dal Consiglio del V municipio pochi giorni fa.

La vicenda del parco di Casa Calda, oltre che le proteste dei cittadini, ha finalmente attivato anche la politica nel tentativo di evitare l’ennesima beffa per il territorio. Due municipi del versante est della capitale, il V e il VI, un parco, il Vaticano, e sullo sfondo una serie di incomprensibili scelte istituzionali che hanno contribuito in modo decisivo a creare l’ennesimo problema per i cittadini. Potrebbe sembrare qualcosa di molto simile ad una barzelletta grottesca o a una tragicommedia, “Potrebbe”, se non fosse che lo scenario di questa storia è un territorio, il versante est della Capitale, che oltre a soffrire la carenza di spazi verdi pubblici è anche quello con il più alto tasso di inquinamento con casi di cancro registrati. Una periferia tra le più colpite dalla crisi economica e dall’abbandono delle istituzioni.

L’area del parco di Casa Calda, espropriata dal Comune più di 40 anni fa (circa otto ettari di verde nella quale sorgono casolari utilizzati da associazioni e cooperative, orti urbani, e un frequentatissimo centro anziani) sta per tornare ai precedenti proprietari: Il Capitolo della Basilica Patriarcale di S. Maria Maggiore e l’A.P.S.A. (Amministrazione del Patrimonio della Sede Apostolica). Più tecnicamente si tratta di una centro-anziani“retrocessione”, un istituto giuridico in base al quale: il proprietario di un’area espropriata può chiederne la restituzione, qualora l’opera pubblica, o di pubblica utilità, “non sia stata realizzata o cominciata entro il termine di dieci anni”. Termine che le Giunte capitoline, evidentemente non hanno rispettato.

Da qui comincia un iter processuale che termina nel 2008 con la sentenza della Corte d’Appello, per la quale la Giunta Alemanno decise di non ricorrere in Cassazione (e dunque oggi passata in giudicato), che sancisce il trasferimento della proprietà al Capitolo di S. Maria Maggiore e all’APSA, dietro il pagamento di poco meno di un milione di euro nelle casse comunali. Una valutazione economica fatta nel 2008, che non considera gli investimenti di oltre un milione di euro, che il Comune ha successivamente fatto per eseguire lavori di ristrutturazione, lavori che hanno interessato sia il centro anziani che altri casali circostanti.

Successivamente l’APSA aveva anche presentato un progetto edilizio per la realizzazione di 900 appartamenti e spazi commerciali nell’ambito dei programmi di “housing sociale”; un progetto di circa 2300 metri quadri nell’area del parco, approvato dalla giunta Alemanno e poi bloccato dall’amministrazione Marino. Insieme al “Coordinamento Popolare contro la Cementificazione del Parco di Casa Calda”, il centro anziani è una di quelle realtà che sta lottando per poter continuare ad essere un luogo di aggregazione e socialità.

Italo della Guardia

Italo della Guardia

Italo Della Guardia è il presidente del c.s.a. : “Questo posto è molto più che un centro anziani. Facciamo corsi di cucito, di ginnastica, c’è una scuola di ballo, corsi di pittura, teatro, abbiamo anche una bella cucina attrezzata in cui organizziamo pranzi e cene sociali, ed ovviamente tornei di bocce e carte, che qui vanno per la maggiore”. Ma il centro come spiega il signor Italo non è frequentato solo dagli anziani. “Vengono a fare attività e a giocare anche i bambini della scuola elementare e gli ospiti di una casa-famiglia per disabili che sta qui vicino; per loro abbiamo fatto un tesserino con su scritto “sempre gratis”. Siamo più di 1200 iscritti e siamo pronti a incatenarci se necessario per difendere questo spazio”. Dichiarazioni che incassano la solidarietà dei residenti e di molte associazioni territoriali.
cartina-area-parcoNello specifico, la mozione presentata dal capogruppo dem Compagnone e dal Consigliere Gasparutto, impegnano la Giunta del Presidente Romanella ad intervenire presso la Sindaca, per riconsiderare il valore dell’area e delle strutture dopo gli interventi di manutenzione effettuati dal Comune; a sollecitare il Ministero dei Beni Culturali affinché sia reintrodotto il vincolo archeologico e paesistico su tutta l’area; e organizzare un tavolo di interlocuzione tra Comune di Roma, Municipio e rappresentanza del Vaticano per scongiurare qualsiasi attività di speculazione edilizia. Si fa anche espressa richiesta di salvaguardare i servizi sociali espletati all’interno dei casali e del centro anziani, e riattivare quanto prima la procedura di esproprio per motivi di pubblica utilità “Era un atto dovuto a difesa di un interesse collettivo e di quello che consideriamo un bene comune” –dichiara Compagnone-  “Dobbiamo difendere l’area del parco e tutelare quegli spazi sociali che fanno attività importanti per il territorio. Il Comune deve impegnarsi e rilanciare una serie di interventi che garantiscano lo sviluppo delle aree verdi di interesse pubblico”. Giacomo Capriotti

Permalink link a questo articolo: http://www.fieradellest.it/vi-municipio-il-pd-presenta-una-mozione-di-salvaguardia-e-tutela-per-il-parco-di-casa-calda/

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.