«

»

Stampa Articolo

V Municipio. La saga delle mostre mercato: nessun evento da un anno ma (forse) la delibera per il piano aree è in arrivo

Anna Capasso, presidente Ars LudicaEstenuanti mesi di lotta hanno interessato numerose associazioni, prima fra tutte l’Ars Ludica. Ora, però, l’iter per l’assegnazione degli spazi pare avviato. La Presidente: “Risoluzione politica in tempi brevi”.

Nuova puntata, l’ennesima, nella vicenda mostre mercato, che ha interessato per un lungo e difficile anno, numerose realtà territoriali del V Municipio, impossibilitate, da un immobilismo burocratico, a realizzare le loro annuali esposizioni, organizzate in luoghi predefiniti e ricorrenti, nei quali queste sono via via diventate un appuntamento fisso e di condivisione per interi quartieri. Nello specifico, maggiore attenzione era stata dedicata al caso dell’Associazione “Ars Ludica”, per oltre 18 anni impegnata nell’organizzazione di interessanti esposizioni in zone di forte disagio sociale, come il Pigneto, per i quali hanno per lungo tempo costituito un importante deterrente, soprattutto nel periodo natalizio. La scadenza dei permessi sulle aree da sempre occupate dai banchi (i quali, lo ricordiamo, sono partecipati da giovani studenti e artigiani indipendenti) non hanno goduto di ulteriori concessioni, di fatto rendendo impossibile il riallestimento delle consuete mostre mercato. La storia è cominciata sul finire della precedente amministrazione quando, con una serie di rinvii e deleghe di competenze, i permessi non furono rinnovati e l’Associazione, guidata dalla Presidente Anna Capasso, ha visto improvvisamente azzerarsi gli spazi a propria disposizione.

Una situazione che, di fatto, non è certamente migliorata con la nuova giunta municipale. Anzi, se possibile, lo scenario si è ulteriormente complicato, complice l’assenza di un apposito assessorato al Commercio (unico caso a livello municipale sull’intero territorio romano) e di una correlazione di elementi che non ha fatto altro che confondere ulteriormente le carte in tavola, rendendo estremamente complesso avere un quadro chiaro ed esaustivo sulle reali motivazioni che hanno impedito le nuove concessioni. Nel frattempo, è passato esattamente un anno e, a quanto sembra, qualche alone di novità si alza all’orizzonte: “Il 2 febbraio scorso – ha spiegato la Presidente Capasso – si è riunita la commissione commercio del V Municipio per discutere le proposte del piano aree, per la quale sono state coinvolte varie realtà, come SUAP e l’Ufficio Eventi. La proposta del piano delle aree, nonché la sua approvazione, sarebbe dovuta avvenire in breve tempo con delibera da parte del Consiglio municipale per la realizzazione dell’avviso pubblico comprensivo del commercio su strada, delle manifestazioni e delle mostre mercato. Invece si sono susseguite ulteriori riunioni a cadenza settimanale, accrescendo la confusione”.

In sostanza, quello che è emerso nel corso delle riunioni è stata la già paventata criticità riguardo all’essenza stessa del problema, affrontato senza conoscerne realmente, a quanto pare, i vari passaggi e l’effettiva consistenza: “Dopo la seduta del 2, le competenze e il ruolo dei vari uffici in merito alle proposte del piano aree – ha spiegato ancora la Presidente – non  apparivano chiare  né ai consiglieri né alla presidente della commissione che, volenterosamente, ha cercato di abbinare le competenze ai ruoli perdendosi in un mare di normative, leggi e disposizioni dei vari municipi, dipartimenti e Comune di Roma. La Presidente di commissione si è sforzata enormemente per rendere trasparente l’operato ma, il mare magnum di appunti e normative ha impedito una delibera corretta e un chiarimento effettivo sulla situazione. Alla fine è apparso chiaro come il problema doveva essere sviscerato profondamente in tutti i suoi aspetti, sia a livello politico che territoriale avvalendosi anche dell’esperienza di chi, per anni,  è stato  operatore delle mostre mercato”.

Alla fine, però, una parziale svolta pare essere arrivata dopo l’ultima seduta in ordine cronologico, svoltasi il 16 febbraio scorso: “Sembra che, nell’ultima commissione, sia stato approvato il tanto sofferto piano delle aree che, in tempi ragionevoli, dovrebbe andare alla firma della Direzione amministrativa, all’approvazione dei Vigili e al Consiglio Municipale per la tanto sospirata delibera”.

Un barlume di speranza che si riaccende, dopo mesi di battaglie e di totale oscurità su procedure e tempistiche, a cavallo tra due amministrazioni: “Per la realizzazione di un avviso pubblico di durata annuale è stato sprecato tempo e denaro, tolto agli  operatori disoccupati e a tutti  coloro che si sono improvvisati, con dignità, operatori per la perdita di un lavoro stabile”.

A questo punto, non resta che attendere la nuova delibera, sperando che, in futuro, non si renda necessaria una trafila irta di dubbi e cavilli come quella appena attraversata dagli organizzatori delle mostre mercato (nonché dagli standisti che, in questi lunghi mesi, hanno visto venir meno un appuntamento classico per esporre il loro lavoro): “A questo punto – ha concluso la Presidente Capasso – dopo mesi di dinieghi, da luglio a oggi, passando per le festività natalizie, non ci resta che richiedere una risoluzione politica a breve termine, anche considerando che queste iniziative – ancora non svolgibili – terminano all’inizio dell’estate”.

Damiano Mattana

 

 

 

Permalink link a questo articolo: http://www.fieradellest.it/v-municipio-la-saga-delle-mostre-mercato-nessun-evento-da-un-anno-ma-forse-la-delibera-per-il-piano-aree-e-in-arrivo/

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.