«

»

Stampa Articolo

Una notte con l’Associazione Volontari per la Sicurezza

 AVS Massimo, Franco, Francesco, Lorenzo, Matteo ed Emanuele“Non siamo pericolosi”, ha detto il presidente dell’ AVS Franco Pirina durante il consueto pattugliamento notturno.

Scende la notte e le ultime luci di Ponte di Nona si spengono. Ad eccezione dei bar aperti h24 tutti i negozi sono chiusi e le strade semideserte. Passano due gazzelle dei carabinieri e qualche automobilista che rincasa dopo una lunga giornata di lavoro. Anche le auto dei Volontari per la Sicurezza sono in strada e noi le raggiungiamo all’una. Franco Pirina, presidente dell’AVS, ci ospita nella sua auto, munita di un cartellino di riconoscimento con il simbolo dell’associazione, e iniziamo il primo giro di pattugliamento. Partiamo da via Mosca dove sorgono alcuni palazzi isolati, poi passiamo per via Raul Chiodelli, via Luciano Conti, via Caltagirone, via Luigi Gastinelli e ricominciamo il giro. Presenti anche le auto degli altri soci Francesco, Emanuele, Matteo, Lorenzo e Massimo.

La maggior parte di loro sono noti commercianti di zona che hanno subito atti vandalici e furti o semplici cittadini stanchi dei soliti ignoti che portando via tutto ciò che trovano senza alcun tipo di scrupolo. Anche Franco il giorno dopo deve recarsi a lavoro. In macchina ci dice che non dorme da giorni ma che vuole comunque stare al fianco dei suoi ragazzi. Mentre passiamo al setaccio Ponte di Nona, attraversando le vie principali e quelle secondarie, ci rendiamo conto  che con le strade deserte i problemi del quartiere sono più visibili. La maggior parte dei cassonetti dell’immondizia è invasa da montagne di sacchetti, montagne che accanto al palazzo occupato abusivamente di via Cerruti sono fatte di vecchi copertoni di auto. Incontriamo due pattuglie della Polizia Municipale che amichevolmente ci salutano. Perché lo fate? chiediamo a Franco. “Perché crediamo in qualcosa.

Ultimamente sembra che i furti e gli atti vandalici siano notevolmente diminuiti e le forze dell’ordine ce lo hanno confermato”. Il giro continua. “Dopo l’apertura della casella postale e due servizi gratuiti di accompagno per persone anziane e donne che rincasano tardi, abbiamo deciso di organizzarci con delle radio mobili per essere in continuo contatto con gli altri volontari. Non siamo pericolosi, osserviamo e se notiamo qualcosa di anomalo chiamiamo polizia e carabinieri. La scorsa notte siamo riusciti a bloccare un tentativo di furto ad una moto contattando la polizia che si è precipitata qui”. Questa notte invece non è fortunatamente successo nulla. Sono le 4 del mattino e noi torniamo a casa, i volontari per la sicurezza continuano il pattugliamento.

Valeria Pichini

Permalink link a questo articolo: http://www.fieradellest.it/una-notte-con-lassociazione-volontari-per-la-sicurezza/

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.