«

»

Stampa Articolo

Tra esposti e accuse i topi conquistano Roma

Il Codacons denuncia Ama e Roma Capitale e richiede l’intervento dei NAS. Su Marino piovono le proteste. In VI emergenza nelle scuole: Scipioni accusa i dirigenti scolastici, ma è la differenziata che sta fallendo. Fu lui a farla partire nell’agosto del 2013.

Degrado totale e rischio emergenza ambientale e sanitaria. Il Codacons (Coordinamento delle Associazioni per la Difesa dell’Ambiente e dei Diritti degli Utenti e dei Consumatori) ha presentato esposto presso la Procura della Repubblica per l’invasione di topi che si è abbattuta sulla Capitale, richiedendo l’aiuto dei Nas. Denunciati Roma Capitale e la municipalizzata Ama. Ha spiegato il Presidente Codacons Carlo Rienzi: “Gli abitanti sono costretti a convivere con sporcizia e inquinamento ambientale, con conseguenti pericoli igienico-sanitari connessi all’incremento dei ratti in circolazione. Eppure pagano regolarmente le tasse sui rifiuti. Per tale motivo ci siamo rivolti alla Procura, chiedendo di indagare per interruzione di pubblico servizio, omissione di atti d’ufficio e danno ambientale, invitando inoltre i NAS ad intervenire disponendo la chiusura di locali, bar e ristoranti posti in aree dove si registra la presenza di topi, fino ad avvenuta derattizzazione”. Marino è sotto assedio, dure le critiche da parte dell’opposizione e dei cittadini, sia di centro sia di periferia.

In VI nessuno si prende le colpe. A tenere banco le condizioni dei plessi scolastici, popolati da ratti in ogni quadrante del territorio. Sul tema è stato interpellato il Presidente Scipioni, il quale durante la trasmissione Foro Romano,emittente RomaUno TV, ha addossato le responsabilità sui dirigenti scolastici, rei di non aver denunciato per tempo il disagio. Tuttavia la Commissione Scuola del Municipio non ha pensato di affrontare l’argomento prima dell’inizio dell’anno, preferendo alla prevenzione l’organizzazione di eventi e attività ricreative e sportive. Scipioni dimentica che fu proprio lui a voler far partire la differenziata nell’agosto 2013, non valutando criticità come la carenza di personale Ama e la scarsa informazione della popolazione. Intanto le scuole sono ostaggi dei topi: foto allarmanti dai comprensivi De Curtis e via dell’Archeologia, dove un asilo è stato persino chiuso dalla preside. A Ponte di Nona vecchia, nell’omonimo comprensivo di via Romero, sono stati visti topi nella scuola materna, altri in quella di via Gastinelli e di via Corbellini. Infine a Castelverde i bambini sono stati spostati dal plesso Osa per il medesimo problema. Tutti giocano a scarica barile, intanto le segnalazioni e gli esposti fioccano.

Manuel Manchi

Permalink link a questo articolo: http://www.fieradellest.it/tra-esposti-e-accuse-i-topi-conquistano-roma/

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.