«

»

Stampa Articolo

Torrenova, boccette di metadone accanto alla scuola

Metadone e siringhe accanto alla scuolaSconcertante la segnalazione che giunge da alcuni cittadini. I flaconi di composto sintetico provengono dal Ser.T dell’Asl Roma B, posizionato a pochi metri di distanza dall’istituto. Dal presidio si giustificano: “È stato sempre così, non possiamo controllare le persone che consumano metadone all’esterno”. Alcuni cittadini tornano a chiedere lo spostamento del centro per le tossicodipendenze.
Torrenova. L’allarme giunge squillante dalle bocche di genitori, maestre e cittadini: davanti e vicino alla scuola Pozzi, in via Casilina 1374, facente parte del Comprensivo De Curtis, decine di boccette di metadone, aperte o peggio scheggiate, minacciano la salute e la sicurezza di ragazzi e passanti. A denunciare l’accaduto Simona Festuccia, residente del quartiere: “La scuola è circondata dal degrado. Su via Ingegnoli sono accatastati mobili, rifiuti e ruote che non vengono ritirati da mesi. Le mamme sono costrette a sostare nella piazzola parcheggio destinata anche al Ser.T”. Il Servizio per le Tossicodipendenze è un servizio pubblico del sistema Sanitario, dedito alla cura e la riabilitazione di persone che hanno problemi con l’abuso di droghe o alcool. “Il guaio – continua Festuccia – è che i pazienti del presidio consumano il metadone (composto oppioide sintetico usato per ridurre l’assuefazione da stupefacenti, ndr) anche all’esterno dello stesso. Vediamo siringhe e boccette abbandonate accanto alla campana per la raccolta rifiuti, sul marciapiede e a pochi passi dal cancello della scuola!”. Abbiamo individuato anche un flacone di farmaco nel cortile interno della scuola Pozzi. Una maestra, dirigendosi verso il proprio istituto dice: “A scuola conosciamo benissimo la situazione. Durante la ricreazione non porto mai i miei ragazzi nel cortile, preferisco farli stare negli spazi interni”.
“Non abbiamo responsabilità”. Dal centro rispondono: ”Una volta che diamo la boccetta con la dicitura ‘Asl’, e che il paziente firma le certificazioni, non siamo più responsabili di ciò che accade fuori alla struttura. Non c’è una normativa che vieti il posizionamento di tali strutture accanto alle scuole, o addirittura dentro ai palazzi. È da anni che si parla della spostamento di questo ex consultorio, ma alla fine non è mai cambiato niente”. Responsabili confermano: il metadone è consumabile all’interno del presidio, all’esterno e anche su ordinazione.
“Il SER.T. dovrebbe essere spostato”. Nel quartiere i residenti tornano a parlare del Servizio per le Tossicodipendenze, anche stavolta con toni preoccupati. Lo fanno dopo quasi 10 anni dal triste omicidio Notargiacomo, giovane di Giardinetti freddato nella propria tabaccheria da un tossicodipendente. Lo fanno dopo la fiaccolata di protesta conseguente per chiedere maggiore legalità e sicurezza nel quartiere. In molti, ai tempi, avevano sperato che il presidio venisse trasferito. “Il Ser.T. dovrebbe essere spostato” dicono i cittadini. C’è anche chi dubita dell’utilità stessa del centro come Massimo Milli, un altro dei residenti di Torrenova. I cittadini, per ora, sono chiamati a moltiplicare le segnalazioni all’Ama, responsabile della raccolta delle siringhe e delle boccette di metadone in strada.
Manuel Manchi

Permalink link a questo articolo: http://www.fieradellest.it/torrenova-boccette-di-metadone-accanto-alla-scuola/

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.