«

»

Stampa Articolo

Torre Spaccata, riapre il mercato a km0

Mercato agricolo natalizio domenicaleAd inizio dicembre l’Associazione Calpurnia, che ospita l’attività commerciale nell’ex mercato, ha riaperto i battenti: “I Vigili hanno dato il benestare per riprendere”. Il Municipio non prende una decisione, dilaniato da lungaggini amministrative e divisioni tra consiglieri. 
Il “mercato della buona terra” s’ha da fare. Dall’8 dicembre al primo piano della struttura di via Settimio di Vico 13 (Torre Spaccata) è tornato l’esercizio per prodotti agricoli a Km0. Tornato perché dal 24 novembre (quindi per due settimane) il mercato solidale è rimasto chiuso. Causa? L’intromissione del Municipio VI che si è preso tempo per controllare la veridicità degli atti che legano l’Associazione organizzatrice degli eventi (Calpurnia) al privato assegnatario (ditta Cittadini), ma soprattutto le carte che legano quest’ultimo al Comune di Roma, reale proprietario del bene.
Nell’attesa, l’Amministrazione ha cercato di procrastinare la riapertura dello spazio domenicale inviando i Vigili per controlli che però si sono rivelati infruttuosi. Nessuna multa, anzi. La svolta è arrivata il 6 dicembre. Racconta Marinelli, Presidente di Calpurnia: “Mi sono recato dal Comandante dei Vigili locali e ho chiesto un parere sulla nostra attività. Come immaginavo non ha apposto nessuna riserva alla prosecuzione della nostra iniziativa, poiché il nostro mercato si svolge all’interno dell’Associazione, ne abbiamo notificato le modalità al Municipio e non vi è normativa che ne vieti l’apertura”. L’esercizio agricolo domenicale è stato integrato a mercatino natalizio per il mese di dicembre e inizio gennaio: venduti libri usati, manufatti creati dai residenti del quartiere e oggettistica varia, il ricavato è usato per l’autofinanziamento dell’Associazione. “La vendita è riservata ai soli soci, stiamo creando un seguito popolare in un quadrante di Torre Spaccata rimasto abbandonato per anni”.
Il beneplacito dei Vigili sembrerebbe inchiodare il Municipio alle proprie responsabilità. Dopo i sopralluoghi effettuati dalle varie Commissioni e le convocazioni “conoscitive” di Calpurnia in Municipio ora tutto tace. Sardone – membro Commissione Commercio – ha confermato come non ci siano nuove disposizioni urgenti. Gli stessi consiglieri di maggioranza che nell’ex mercato hanno svolto la propria campagna politica alle scorse elezioni ora si trovano in difficoltà al cospetto di quelli che invocano la (per ora) millantata illegalità delle attività svolte. La regia politica resta quella di Scipioni che ha intenzione di mettere a bando lo stabile pur avendo le mani legate fino a che non verrà stracciata la convenzione che lega Cittadini al Dipartimento Patrimonio di Roma Capitale. La confusione è servita, intanto il mercato continua.
Manuel Manchi

Permalink link a questo articolo: http://www.fieradellest.it/torre-spaccata-riapre-il-mercato-a-km0/

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.