«

»

Stampa Articolo

Torre Spaccata. 558, la proposta del Dipartimento Mobilità è sul tavolo dei Municipi

sdrTracciato più breve e modifiche sostanziali al percorso: si aspetta il via libera per rendere operativi i cambiamenti.


Si diradano le nuvole che negli ultimi mesi si erano addensate sul futuro del 558. Dopo il confronto degli ultimi mesi in Commissione Mobilità, si è giunti a una sintesi sul destino e il riassetto della linea. La proposta in ballo prevede sostanzialmente due modifiche del tracciato.

In primis, secondo quando riportato dal Presidente della Commissione Enrico Stefàno, si interverrà con la limitazione della corsa al capolinea di Cinecittà, in modo da rendere più snello e veloce il percorso del 558. Il tratto che ora va da via Togliatti fino a via Ciamarra, e che passa per via dei Romanisti e via di Torre Maura, sarà coperto della modifica di altre due linee, la 556 e la 557, con il prolungamento della prima fino alla stazione Anagnina. In questo modo sarà garantito quindi un collegamento diretto con la metro A, evitando che chi ora usufruisce del 558 nel tratto di via Ciamarra ed è diretto a Gardenie (e di conseguenza verso la metro C), debba arrivare fino al capolinea per poi tornare indietro.

Allo stesso tempo, il tratto della linea che ora garantisce una copertura nella zona che va da via Calpurnio Fiamma a Cinecittà, sarà ‘traslato’ più a nord, muovendosi su viale di San Giovanni Bosco e via dei Salesiani.

È importante ricordare come sia necessario il parere favorevole dei Municipi interessati prima di rendere effettive le nuove modifiche: il progetto del nuovo 558 è già sulle scrivanie di Presidenti e Assessori, che a breve, in Consiglio, dovranno obbligatoriamente affrontare la questione. Se tutto filerà liscio, i cambiamenti potranno entrare in vigore già in estate.

“Sono utente del trasporto pubblico e conosco bene il 558: ha un percorso eccessivamente tortuoso e lungo, e che andava riorganizzato senza lasciare scoperto alcun territorio” precisa Stefáno, sottolineando come ci siano ancora tempi e gli spazi per confrontarsi alla ricerca di nuove idee e soluzioni. “Siamo sempre disponibili a incontrarci con i cittadini, per illustrare loro il lavoro che stiamo facendo ed esseri aperti a qualsiasi contributo o critica”.

Il Comitato di Quartiere di Torre Spaccata resta alla finestra in attesa di un nuovo incontro, purché sia impostato su basi diametralmente opposte rispetto alle ultime occasioni. Daniele Leoderi: “Noi continuiamo a essere disponibili al dialogo, ma se il Dipartimento, l’Agenzia per la mobilità e il Municipio sono davvero interessati al confronto, dovranno tenere in considerazione le nostre proposte non solo a parole ma anche con i fatti”.

Michele Liberati

 

 

 

 

 

 

Permalink link a questo articolo: http://www.fieradellest.it/torre-spaccata-558-la-proposta-del-dipartimento-mobilita-e-sul-tavolo-dei-municipi/

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.