«

»

Stampa Articolo

Torre Maura omaggia la festa mondiale del rifugiato

giornata del rifugiatoIn occasione della festa mondiale per il rifugiato la S.P.R.A.R. Codirossoni, in collaborazione con Angela Barone presidente del comitato inquilini I.s.v.e.u.r. e “La via del fare” di Daniela Cioccolo hanno organizzato una manifestazione piena di colori e gioia.

Scappato dalla Costa d’Avorio, dove ha lasciato la moglie e due figli ancora minorenni, Adama è arrivato in Arzerbaijan, trovando lavoro presso una ditta di costruzioni. Procuratosi il passaporto tramite il suo datore di lavoro, il 6 settembre del 2014 raggiunge Roma, dove per un mese è costretto a dormire all’interno della stazione Termini.

Quella di Adama è solo una delle tante storie che sentiamo ogni giorno nei servizi televisivi o che sentiremmo se avessimo tempo di ascoltare i tanti immigrati che sono arrivati nel nostro Paese con la sola pretesa di non morire.

In occasione della festa mondiale per il rifugiato la S.P.R.A.R. Codirossoni, in collaborazione con Angela Barone presidente del comitato inquilini I.s.v.e.u.r. e “La via del fare” di Daniela Cioccolo hanno organizzato una manifestazione piena di colori e gioia. Da non dimenticare il ruolo di procacciatore di talent scout, Remo Ottaviani, che ha reso possibile, tra le tante performance, la presenza della guest star Dean Bowman. Una giornata per i rifugiati per dimenticare il proprio passato e tornare a sorridere, insieme a chi ogni giorno li aiuta e lotta per i loro diritti.

Il quadrangolare di calcio che ha impegnato tutta la mattina è stato vinto da lo SPRAR Codirossini, che si è aggiudicato una targa di riconoscimento. Dal pomeriggio, poi, sono iniziati i preparativi di allestimento del palcoscenico che avrebbe ospitato tutti gli artisti che hanno aderito all’iniziativa.

A presentare le esibizioni sul palco è l’operatore sociale Hamidou Ibrahim Ba, senegalese. Prima della presentazione degli artisti, ha voluto spiegare cosa significasse la giornata mondiale del rifugiato e ringraziare tutti coloro che ogni giorno si battono per i loro diritti e sono una guida nelle loro battaglie.

“Desideravamo realizzare un evento che partisse dal basso e fosse apolitico” ci tiene a commentare Angela Barone.

“Ci siamo dati un prossimo appuntamento sul territorio – ci aggiorna Daniela Cioccolo – perché i ragazzi ospiti dei centri hanno espresso il desiderio di continuare ad essere presenti. Dopo l’estate, organizzeremo con loro la pulizia volontaria di un’area particolarmente degradata di Torre Maura, o di una parte di verde pubblico”. Giordana Maddalena

 

 

 

Permalink link a questo articolo: http://www.fieradellest.it/torre-maura-omaggia-la-festa-mondiale-del-rifugiato/

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.