«

»

Stampa Articolo

Torre Maura. “A via dei Tordi ci sarà una caserma”

le-condizioni-fatiscenti-della-scuola-e-del-cortileA dichiararlo l’Assessore del Municipio VI Aristodemo D’Orrico, che aveva seguito la vicenda fino a quando riconsegnò la delega al Patrimonio, attualmente in carico all’Assessore Katia Ziantoni. Fabrizio Compagnone: “Il Partito Democratico rivendica a voce alta questa scelta”.

In apertura di Consiglio, il 6 luglio, l’Assesore D’Orrico risponde all’interrogazione di Fratelli d’Italia in merito al futuro dell’ex scuola materna di via dei Tordi: “È una storia che inizia nel 2010 – esordisce D’Orrico – Di un ex plesso scolastico abbandonato in seguito alla diminuzione della popolazione scolastica. Da allora si è sempre cercata una soluzione senza mai trovarla”. Durante l’amministrazione di centrodestra, a guida di Lorenzotti tra il 2010 e il 2011, si stava portando avanti il progetto dell’Istituto Paritario Giacomo Leopardi, il cui preside aveva offerto di ristrutturare e riqualificare l’area abbandonata per una spesa complessiva di circa 3 milioni di euro, nonché di pagare un canone mensile di circa 7mila euro.

“Un progetto di sicuro interesse – commenta l’Assessore – visto anche l’impegno dell’Istituto di garantire a un 10% del totale degli alunni corsi gratuiti, dando opportunità e spazi a tutta la cittadinanza. Il progetto si interruppe perché l’opposizione voleva un bando, mentre in quel caso ci sarebbe stata un’assegnazione diretta”. La struttura di via dei Tordi a quel punto sarebbe tornata in possesso al Patrimonio, per poi sbarcare, tramite un protocollo d’intesa, al Ministero degli Interni per fare la caserma del Commissariato Alessandrino. “Ringrazio il consigliere del Partito Democratico Fabrizio Compagnone per aver presentato un’interrogazione a dicembre 2016, grazie alla quale abbiamo potuto fare domande agli uffici, che però non riuscivano a rispondere. Siamo così venuti a sapere che sarebbero stati stanziati dei fondi già il 23 dicembre 2015 con una delibera per la realizzazione di nuove caserme, tra cui quella di via dei Tordi, tramite accordo del 18 marzo 2016 da parte del Commissario Straordinario”.

Le spese sarebbero totalmente in carico del CIPE, Comitato interministeriale per la programmazione economica, e “la progettazione è andata allora avanti: a giugno siamo arrivati al punto che il plesso sarà concesso a comodato d’uso gratuito. Perciò la struttura oggi abbandonata di via dei Tordi sarà adibita a caserma, ed è un bene non più in capo al Patrimonio”, conclude l’Assessore.

Tra il pubblico, quasi completamente assente, Rita De Angelis del Movimento Nazionale per la Sovranità, che sventolando le bandiere urla verso la maggioranza: “A fronte di un canone di 7mila euro al mese avete preferito un comodato d’uso gratuito! Lo volete capire che questo è il Municipio più giovane di Roma?”. I vigili sono intervenuti per far posare le bandiere e il gruppo del MNS ha abbandonato la sala. Nicola Franco, capogruppo Fratelli d’Italia, si è detto soddisfatto della risposta dell’Assessore, “precisa e puntuale”, e che comunque va bene: “Quando si parla di caserme e sicurezza – commenta rivolto al Presidente – non possiamo che ritenerci soddisfatti”.

Meno soddisfatti quelli del MNS: “È stato leso un diritto dei ragazzi – commenta De Angelis – Questo Municipio ha un’alta percentuale di giovani e di dispersione scolastica. Va bene la caserma, ci mancherebbe, ma dovrebbe essere l’extrema ratio. Prima di tutto dovremmo tenere i ragazzi a scuola, con corsi professionalizzanti, laboratori, per tenerli fuori dalla strada e solo in ultimo dovremmo pensare alla caserma. Noi riteniamo che il nostro progetto sia la via migliore e faremo battaglia, anche perché riteniamo che il disegno presentato dall’Assessore sia difficilmente realizzabile”.

D’altro avviso Fabrizio Compagnone, PD: “Al di là dei 13 mesi che hanno impiegato per capire come stava la situazione di via dei Tordi, alla mia interrogazione di dicembre fu data una risposta molto diversa. Secondo la Decisione di Giunta di allora, infatti, volevano fare un bando per assegnare la struttura. Questo, ancora una volta, dimostra l’incapacità amministrativa di questi personaggi, che hanno lasciato per mesi una fetta di territorio che rappresentava una criticità cui solo ora arriva una risposta puntuale. Come Partito Democratico rivendichiamo questo indirizzo di fornire via dei Tordi di una caserma, visto che era l’intenzione della precedente consiliatura”.

Quello che resta è incomprensibile è la decisione politica: perché destinare un edificio pubblico a caserma quando nello stesso quartiere c’è già un commissariato di Polizia? Flavio Quintilli

Permalink link a questo articolo: http://www.fieradellest.it/torre-maura-a-via-dei-tordi-ci-sara-una-caserma/

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.