«

»

Stampa Articolo

Tor Vergata. Marcire o “marciare”? Scritte fasciste all’Università

scritta fascista scienzeComparse presso il parcheggio e le zone limitrofe alla facoltà di Scienze dell’Università di Tor Vergata. Tamara Capobianco (Altro Ateneo): “Fatte in concomitanza con le giornate d’orientamento”.

Sono comparse nelle giornate fra l’8 e il 9 febbraio scritte di matrice fascista nel parcheggio della Facoltà di Scienze di Tor Vergata. Anche lungo i muri che costeggiano viale della Sorbona – subito dopo il ponte che collega Sogene agli altri edifici d’Ateneo – sono state scritte frasi e simboli che inneggiano l’ideologia nazifascista. “Una mossa priva di casualità – dichiara Tamara Capobianco, candidata per Altro Ateno alle prossime elezioni del CDA – A quanto pare infatti la comparsa delle scritte è stata una vera e propria mossa di propaganda in concomitanza con le giornate di orientamento degli studenti appartenenti alle scuole superiori”. Un po’ come dire ‘caro, potenziale futuro studente di Tor Vergata sappi che qui a Tor Vergata siamo presenti’: niente di più errato. Tor Vergata è un’università – almeno per la maggioranza delle sue facoltà – in cui chi ci lavora è dichiaratamente antifascista, composta da persone in maggioranza partecipi alla vita collettiva del panorama universitario italiano e delle sue lotte quotidiane contro tagli alla spesa pubblica e ridimensionamenti vari del sistema d’istruzione. Gran parte degli studenti, professori e assistenti dell’Ateneo sono sempre stati attenti alle circostanze che un cieco indottrinamento – qualsiasi esso sia – può provocare sulla qualità di studio e sulla costituzione di un pensiero critico e coerente. Fatti del genere dovrebbero fungere da leva per chi frequenta l’Ateneo per riaffermare e gestire in maniera costruttiva il sapere in quel di Tor Vergata anche se “né il Rettore né gli organi universitari hanno rilasciato dichiarazioni in merito a questo episodio” dichiara Capobianco. “Le scritte sono state coperte immediatamente con la vernice nei giorni successivi – continua Capobianco – ma non dall’Ateneo, almeno da quanto sappiamo” conclude la candidata. Il punto su cui soffermarsi però deve anche essere una presa di coscienza riguardo una realtà – quella fascista – che sembra presente nonostante il tempo – grazie a radici ben inserite nel tessuto sociale – anche in posti dove tradizionalmente si è avversi a tale ideologia. Un microcosmo che cerca di instaurare ovunque la sua matrice ideologica specie nei luoghi di diffusione culturale, un movimento che seppur relegato a frange trova il suo bacino di utenza anche negli atteggiamenti e nel modus operandi dei più alti rappresentanti dello Stato. E  mai come ora, in un periodo di profonda crisi sociale, il fascismo può ottenere adepti.“Marciare” recava la scritta nel parcheggio, forse volevano scrivere ‘marcire’. Comunque vada è certo che per puntare alla conquista di certi luoghi di cultura non si possono commettere tali errori grammaticali. Luca Covino

 

Permalink link a questo articolo: http://www.fieradellest.it/tor-vergata-marcire-o-marciare-scritte-fasciste-alluniversita/

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.