«

»

Stampa Articolo

Tor Sapienza. Il comitato si rivolge alla Regione e alla Prefettura

Edificio rifugiati via CollatinaNonostante le ripetute segnalazioni e la certificata presenza di scabbia non è stato attuato ancora alcun tipo di intervento risolutivo in merito al centro rifugiati politici abusivo di via Collatina 391.
Da due anni ormai il CdQ di Tor Sapienza è impegnato costantemente nella segnalazione di piccole e grandi criticità all’interno e nei dintorni del quartiere della periferia est di Roma e nei ripetuti tentativi di coinvolgere tutte le istituzioni: soprattutto Municipio e Campidoglio. Centinaia di foto, certificazioni, comunicati e ancora documentazioni di vario genere che ad oggi non hanno sortito alcun tipo di effetto, se non quello di accrescere l’insofferenza e la rabbia dei cittadini residenti. Un risultato che ha costretto il CdQ a scavalcare le istituzioni e rivolgersi direttamente alla Prefettura e alla Regione Lazio.
Proprio lo stesso Consigliere Regionale Fabrizio Santori è stato in visita nell’ultimo mese presso i membri del Comitato, giudicando clamorosa la “non” risposta del Comune di Roma in merito alla questione e riportando quindi all’attenzione del Presidente del Consiglio Regionale Daniele Leodori (attraverso un’interrogazione urgente) le effettive condizioni dello stabile di via Collatina 391 occupato da oltre 10 anni da una comunità di 400 persone provenienti dal Corno d’Africa, con la presenza certificata dalla Asl Roma B di scabbia, ignorata finora da Palmieri e Marino.
Un’immediata risposta è stata ottenuta anche dal viceprefetto Serenella Bellucci, che a inizio ottobre ha ritenuto opportuno segnalare attraverso un comunicato alla Prefettura non solo la situazione del Centro Rifugiati di via Collatina ma anche tutte le altre questioni legate al degrado del quartiere capitolino di Tor Sapienza (dal campo rom di via Salviati allo stabile smantellato di via Tallone), con relativi suggerimenti procedurali per risolvere una ad una ogni faccenda. “Vogliamo superare le difficoltà una volta per tutte – ha dichiarato Roberto Torre, presidente del CdQ – e non ci interessa sotto quale bandiera saremo costretti ancora a sfilare. E dire che il presidente del Municipio V Palmieri ci ha praticamente tacciato di essere un comitato che ha paura di esporsi. Ora tutti i nodi vengono al pettine, e persino Marino sta pagando il prezzo delle sue bugie, anche se non ha colpe dirette: non bisogna dimenticare infatti che se Roma, e in particolare Tor Sapienza, oggi si trovano in queste condizioni lo dobbiamo principalmente a Rutelli e Alemanno. E poi, come sempre, il 90% del tempo viene ancora speso per le lotte di potere anziché per risolvere i problemi dei cittadini”. Jacopo Ventura

Permalink link a questo articolo: http://www.fieradellest.it/tor-sapienza-il-comitato-si-rivolge-alla-regione-e-alla-prefettura/

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.