«

»

Stampa Articolo

Tor Pignattara. La Scuola Popolare apre le porte al progetto “daSudLab”

Logo Scuola Popolare TorpignattaraL’Associazione daSud, attiva da 10 anni in materia di comunicazione, cultura, memoria, identità e ricerca per contrastare l’impatto sociale delle mafie, sceglie la struttura di via Policastro 24 per far partire il nuovo percorso di approfondimento, elaborazione, racconto e divulgazione rivolto a tutti i cittadini interessati.

Quella di “daSudLab” è un’esperienza giunta alla sua quinta edizione grazie alla collaborazione tra l’Associazione daSud e l’Assessorato provinciale alla Formazione professionale: dal 2013 ad oggi sono stati organizzati già quattro workshop dedicati ai giovani, con particolare riferimento a quelli in età formativa, sui temi dell’antimafia e della comunicazione. Quest’anno è stata la S.P.O.T. (Scuola popolare di Tor Pignattara, nata il 21 gennaio 2015) a richiedere un percorso formativo che portasse il tema dell’antimafia popolare al centro dell’attenzione dei cittadini romani, poiché si tratta di un argomento che incide inesorabilmente sulla vita di tutte le persone sia in maniera diretta che indiretta.

Danilo Chirico“Si tratta di un’attività di formazione – spiega Danilo Chirico, organizzatore e docente per il sostegno del progetto – che finora abbiamo svolto solamente nelle università, mettendo a disposizione le nostre conoscenze o quelle di altre persone (esperti, giornalisti, scrittori, funzionari). Quando i responsabili della scuola popolare ci hanno chiesto svolgere un percorso formativo presso la loro struttura ci è sembrata una buona idea, perché un tema come quello dell’antimafia popolare ha senso solo se tutti quanti (non solo qualche appassionato) sono in grado di sviluppare un punto di vista sull’argomento”. Non un esercizio retorico, quindi, ma un prerequisito dell’agire sviluppato attraverso la corretta informazione: l’obbiettivo è quello di parlare e spiegare ai cittadini cos’è la mafia sia a livello nazionale sia per quello che riguarda una città come Roma.

“Le mafie oggi – continua Chirico – sono il primo grande problema del Paese: stanno dentro il potere, privano di diritti molti cittadini italiani, ma continuano troppo spesso ad essere degli oggetti sconosciuti. Tor Pignattara in qualche modo si presta bene a questo progetto per quel che riguarda la criminalità organizzata, nonostante la disponibilità di informazioni parziali e frammentarie in nostro possesso al momento. Ed io svolgerò il mio lavoro di docente a titolo completamente gratuito”. Nello specifico, il programma del corso stabilito dal progetto “daSudLab” prevede al momento due incontri sperimentali nel mese di maggio (il 6 e il 18) basato su un materiale didattico accuratamente selezionato dall’Associazione “daSud” e dalla Scuola Popolare di Tor Pignattara, e sostenuto attraverso una quota di iscrizione di 20 E.

Il corso è aperto a giovani di età compresa tra i 18 e i 35 anni (preferibilmente universitari), ma in realtà può accedervi chiunque sia interessato: “La S.P.O.T. ha deciso – aggiunge Chirico – di aprire le porte a tutti, perché alla fine quelle che proponiamo noi sono delle lezioni di prova per testare il tipo di interesse delle persone. E se avremo successo saremo pronti a sviluppare entro il prossimo autunno una didattica più approfondita sul tema dell’antimafia popolare”.

                                                                                                                                                                                                                  Jacopo Ventura

 

Permalink link a questo articolo: http://www.fieradellest.it/tor-pignattara-la-scuola-popolare-apre-le-porte-al-progetto-dasudlab/

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.