«

»

Stampa Articolo

Tor Pignattara. Il cantiere di via Alò Giovannoli è diventato un parcheggio

Cantiere_infinto_via_giovannoli_3Sembra ancora lontano il momento di chiudere la storia del ‘cantiere infinito’: nel frattempo tutta l’area è utilizzata dai residenti come box all’aperto.

Sono passati quindici anni da quando hanno avuto inizio i lavori in via  Alò Giovannoli e ancora non è stata messa la parola fine a una situazione che definire surreale è un eufemismo. Una storia iniziata nel 2001: nei nostri portafogli c’era la lira, il governo Amato a giugno avrebbe ceduto il passo al secondo mandato di Silvio Berlusconi, il presidente della Repubblica era Carlo Azeglio Ciampi. È passata un’epoca, ma questo tempo non è stato sufficiente per completare l’opera di compensazione urbana che nelle intenzioni iniziali avrebbe dovuto affiancare l’edificazione di alcune palazzine circostanti, che nel frattempo sono state tutte vendute. Si sono succedute amministrazioni, assessori e prefetti hanno messo nelle loro agende il futuro dell’area, ma non è arrivata l’ora della parola fine. Ripercorrere quindici anni tra interruzioni di lavori, demolizioni, esposti e commissioni ad hoc sarebbe opera titanica: quel che più importa ora è cercare di compiere gli ultimi passi in avanti, quelli capaci di chiudere una volta per tutte la faccenda.

Cantiere_infinto_via_giovannoli_2A oggi il cantiere è a un passo dalla sua conclusione: sembra mancare davvero poco per smantellare le ultime recinzioni che chiudono il quadrante e ripulire la zona dal materiale di risulta.

E allora qual è il problema? Per esempio, c’è da mettere definitivamente in sicurezza l’area, oltre a risolvere la questione dell’illuminazione pubblica. E non è cosa da poco. Circa un anno fa l’ACEA aveva presentato tutta la documentazione per l’allacciamento, ma è ancora tutto fermo: i cavi sono lì sul marciapiede, ma mancano i lampioni.

Il Comitato di Quartiere a più riprese ha chiesto l’immediata risoluzione delle questioni ancora pendenti, e un’interdizione perpetua dell’imprenditore che per anni ha di fatto posto in ostaggio un quadrante del quartiere. Nel frattempo, alcuni cittadini hanno rimosso le recinzioni che bloccavano l’accesso al cantiere nell’ultimo tratto di via Giovannoli e l’area è usata quotidianamente come parcheggio: una situazione paradossale, alla quale gli abitanti del quartiere ormai si sono adeguati. “A volte si può transitare fino a via della Marranella, perché qualcuno rimuove anche le recinzioni in fondo”, ci dice un cittadino mentre chiude la sua auto e si appresta a tornare a casa. E poco importa se proprio di fronte il portone del suo palazzo, una rete metallica percorre per intero il perimetro del marciapiede: in attesa che il cantiere chiuda, almeno il posto auto è assicurato.

Michele Liberati

Permalink link a questo articolo: http://www.fieradellest.it/tor-pignattara-il-cantiere-di-via-alo-giovannoli-e-diventato-un-parcheggio/

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.