«

»

Stampa Articolo

Tor Pignattara. Dal Comitato La Certosa un secchio di siringhe per il Municipio

Esterno mercato via LaparelliFra i “focolai” del degrado il mercato di via Laparelli e lo spazio verde tra via Filarete e via dei Savorgnan. Assicura Veglianti: “Quei terreni sono del privato, cercheremo di arrivare a un compromesso”.

Gli abitanti di Tor Pignattara sono stanchi dei tossicodipendenti per le strade del quartiere e hanno deciso di farlo capire platealmente al Municipio V. È stato consegnato a metà aprile al Presidente Palmieri un secchio pieno di siringhe adatte al consumo di eroina. A recapitarglielo  gli attivisti del Comitato di Quartiere La Certosa, i quali hanno promesso di portarne altri in futuro con cadenze regolari. Tutte le siringhe nel secchio sono il risultato di una sola mattinata di “raccolto” per i prati compresi tra via Filarete e via dei Savorgnan. Il Comitato ha segnalato anche gli aghi abbandonati davanti al mercato coperto di via Laparelli, a pochi centinaia di metri da via Filarete. Una manifestazione forte di dissenso contro il mancato controllo dell’Amministrazione, che però non ha mancato di cercare spiegazioni al forte degrado di Tor Pignattara.

Spiega il Vicepresidente del Municipio, nonché Assessore ai Lavori Pubblici, Stefano Veglianti: “Quel prato si trova in una proprietà privata. Qualche anno fa l’Acea doveva costruire il sistema fognario a Villa Certosa, le condutture dovevano passare per via Filarete e il proprietario ha proposto di eliminare le scalette che conducono ai prati. Il progetto proposto dal privato è stato rigettato dall’Amministrazione. In seguito ci fu un altro accordo: noi avremmo ripulito l’area verde, in cambio avremmo rifatto le scalette di accesso. Purtroppo con le risorse a disposizione le operazioni di pulizia non sono state molte. Il privato vorrebbe dare un uso commerciale (e abitativo, ndr) a quei terreni, ma noi non riteniamo servano altre cubature. Insomma, possiamo dire che un compromesso per pulire quegli spazi dovrà essere trovato”. Poi la precisazione sul mercato coperto in via Laparelli: “La posizione di quel mercato non è delle migliori, si trova in un posto angusto. Parliamo di un project financing approvato ai tempi di Rutelli, ma che a mio avviso sarebbe dovuto stare accanto a una piazza”. Dichiarazioni che spiegano da dove arrivi il degrado e la mancanza di controllo verso i tossicodipendenti. Di certo non sono giustificazioni, come spiega l’Assessore: “Dobbiamo monitorare meglio queste situazioni. Da parte nostra cercheremo un accordo col privato per manutenere meglio le aree. Il fenomeno del consumo di eroina in questo quartiere non è marginale e deve essere affrontato con più rigore, non come succedeva negli anni ‘70”. Manuel Manchi

Permalink link a questo articolo: http://www.fieradellest.it/tor-pignattara-dal-comitato-la-certosa-un-secchio-di-siringhe-per-il-municipio/

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.