«

»

Stampa Articolo

Tor Pignattara. Ai box di partenza il cantiere di via Giovannoli

giovannoliIn fase di stallo la situazione in via Alò Giovannoli. Intanto il degrado avanza.
Se ne è parlato molto. In realtà se ne parla da quattordici lunghissimi anni: tuttavia, il cantiere eterno di Tor Pignattara sembra non muovere passi rilevanti, se non quelli di alcuni passanti che lo attraversano senza troppi problemi. Un cancello pendente, chiuso, su via Mario Cartaro, alcune transenne facilmente evitabili su via Alò Giovannoli, da dove ci si può sporgere e ammirare i resti del cantiere che, anche a un occhio inesperto, si presenta in condizioni tutt’altro che di sicurezza. Il collegamento tanto agognato tra le due vie c’è, ma è esclusivamente il marciapiedi che costeggia le recinzioni. All’interno vige il consueto degrado, tra staccionate semidivelte, palazzine diroccate e materiali sparsi qua e là. Un accenno di allaccio con via della Marranella esiste, ma una rete ostruisce il passaggio dato che il “lavori in corso” sembra non terminare davvero mai. Nessuna notizia per il raccordo con via Pavoni, sul quale era stato scettico anche il Presidente Palmieri, che aveva espresso dubbi a causa della differente pendenza tra la strada e i box sottostanti.
Circa sette mesi fa la questione del cantiere era infatti nuovamente passata sotto i riflettori del Municipio: era stata annunciata un’imminente ripresa delle attività grazie all’intervento dell’Acea, che aveva presentato documentazione per l’allacciamento dell’illuminazione pubblica e aveva, di conseguenza, paventato la possibilità di completamento dell’area cantieristica. Questo nonostante la proroga concessa alla ditta per il completamento dei lavori e la chiusura del cantiere fosse abbondantemente scaduta, nientemeno che a giugno 2013. Era il marzo scorso, eppure, trascorsi mesi, la fisionomia del cantiere non sembra essere migliore, sotto nessun punto di vista. A preoccupare maggiormente sono le condizioni di sicurezza poiché, come detto, la cancellata di via Cartaro viene di fatto annullata dalle recinzioni divelte di via Giovannoli, che consentono un rischioso passaggio. Si possono scorgere, inoltre, al di là della piana dove dovrebbero svolgersi i lavori, delle case abitate che, come noto, non sono in possesso del fattore di abitabilità. Abitabilità che era stata una delle prerogative del Municipio ma che avrebbe dovuto passare per l’indispensabile costruzione del collegamento stradale, collegamento che, oggi come oggi, ancora non esiste. I problemi sono perciò i soliti e la questione del cantiere è ormai una quotidiana convivenza. Il quartiere si avvia perciò al quindicesimo anno di sopportazione, considerando che il lavoro richiesto non avrebbe dovuto superare i tre anni. Non resta che attendere nuovi sviluppi. Damiano Mattana

Permalink link a questo articolo: http://www.fieradellest.it/tor-pignattara-ai-box-di-partenza-il-cantiere-di-via-giovannoli/

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.