«

»

Stampa Articolo

Tor Bella Monaca. Tutto pronto per la visita del Papa Handicap Noi e gli Altri

Paolo e PietroL’associazione Handicap Noi e Gli Altri, nata per supportare i disabili è riuscita nell’impresa di organizzare una visita del Papa a Tor Bella Monaca.

Nata nel 1986 e presieduta da Paolo Muratore, l’associazione Handicap Noi e gli Altri è ormai una realtà e un punto di riferimento per gli abitanti di Tor Bella Monaca e delle zone limitrofe. Tanti gli eventi che i volontari dell’associazione hanno realizzato negli anni. A breve metteranno a segno uno straordinario risultato, probabilmente l’8 marzo: portare Papa Francesco a Tor Bella Monaca.
Presidente Muratore come è nata l’idea di creare questa associazione?
Precedentemente facevo parte dell’associazione Italiana Paraplegici nata nel 1975 e, venendo ad abitare a Tor Bella Monaca, ho trovato il giusto ambiente e ho deciso di creare l’associazione Handicap Noi e gli Altri.
Di quali risultati ottenuti va più fiero?
Nel 1991 abbiamo avuto la visita ufficiale di Giovanni Paolo II con il quale ho avuto anche tre colloqui. La visita si era svolta per far sì che l’ospedale Gemelli di Roma ampliasse il suo reparto di Tetraplegia. Da lì abbiamo organizzato altri due incontri a San Pietro e uno al Gemelli stesso. Ora, nel 2015, siamo arrivati al punto che la gente mi viene a cercare dato che la nostra associazione è diventata molto importante anche al livello nazionale.
Perchè avete deciso di invitare il Papa a Tor Bella Monaca?

Dunque, io ho inviato una prima lettera al Papa per dargli il benvenuto all’interno della nostra città sperando che lui potesse rispondermi in modo affettivo, invece abbiamo ricevuto una semplice lettera di routine. Questo mi ha spinto a scrivere una seconda lettere al Papa forse in modo un po’ più arrogante e lui questa volta ha risposto. In realtà l’ho invitato perchè lo vedo molto come il Papa dei poveri, il Papa degli ultimi, ecco perchè. Noi abbiamo molti ragazzi e ragazze che si trovano in strada e ciò che io voglio chiedere al Papa è quello di dare parole di speranza verso di noi e verso questi giovani, perchè lui è il papà del mondo e quindi a chi meglio di lui possiamo chiedere la speranza di un po’ di fede che ci manca, a chi possiamo chiedere conforto?
Come ha reagito quando ha saputo che il Papa sarebbe venuto a Roma?
Devi sapere che io sono molto amico delle Suore di Calcutta, quindi quando è arrivata la conferma dell’arrivo del Papa a Tor Bella Monaca il mio cuore si è riempito di orgoglio. Con modestia ti dico che molti hanno scritto ma sono davvero orgoglioso e felice che il Papa abbia voluto accettare il mio invito.
Avete in mente altri progetti in futuro?
Il mio desiderio è quello di creare una festa della solidarietà in piazza e di invitare il Presidente della Repubblica.  Gianmarco Peccolo

Permalink link a questo articolo: http://www.fieradellest.it/tor-bella-monaca-tutto-pronto-per-la-visita-del-papa-handicap-noi-e-gli-altri/

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.