«

»

Stampa Articolo

Tor Bella Monaca. Nasce Bella Vera, l’associazione che vuole scoprire la bellezza

nella-converti-con-la-rivista-bella-veraNella sede del PD di via dell’Archeologia è stata inaugurata l’associazione, fondata da giovani, volta a fornire servizi, aggregazione e divertimento agli abitanti del quartiere.

Indaffarata ed emozionata per i preparativi, a parlarci di Bella Vera è Nella Converti, una giovane che, assieme ad una decina di coetanei, ha dato vita a questa associazione di quartiere, di cui c’è stata l’inaugurazione il giorno 16 febbraio alle 18:30 con un vero e proprio evento, con tanto di presentazione, aperitivo e concerto finale.

“Il progetto si chiama Bella Vera e nasce da un’idea di giovani di zona o che abitano comunque in quartieri limitrofi, di cui alcuni militanti del Partito Democratico, quasi la maggior parte direi. La sede che utilizziamo per l’associazione è proprio quella del partito, ma non è un’associazione partitica, alcuni membri sono esterni al partito. La cosa che ci accomuna è un po’ l’obiettivo di fondo, che è quello di guardare questo quartiere come un quartiere bello veramente. L’ispirazione è venuta da una famosa serie tv, Black Mirror, che parla di innovazioni tecnologiche: immaginandoci in una puntata, abbiamo ipotizzato, nella presentazione del progetto, di poter indossare degli occhiali che lasciano vedere la bellezza anche di posti che apparentemente sembrano brutti. L’idea è dunque di pensare che sarebbe bello avere questi occhiali e vedere questo quartiere bello com’è, non guardandolo superficialmente”.

cast-film-zetaSono già tanti i progetti realizzati e quelli in Cantiere: “Questa associazione – continua Nella – sta organizzando diverse attività, per esempio un laboratorio fotografico, grazie a un compagno della sezione che fa il fotografo e un ragazzo che non è del Partito Democratico: parliamo di Fabio Moscatelli, uno dei fotografi più famosi di zona, perché, e questa è una cosa che ci accomuna, abbiamo questa follia di vedere Tor Bella Monaca bella. Difatti lui, nei suoi lavori, non fotografa mai gli aspetti negativi del quartiere, ma solo le persone che lo vivono, lo abitano, e che sono persone meravigliose. L’altra cosa che faremo è un corso musicale in band, grazie ad un’altra associazione, e sarà rivolto a bambini ed adolescenti, due ore a settimana. Poi faremo musica dal vivo, sperando che nessuno si venga a lamentare: organizzeremo aperitivi con musica dal vivo, il venerdì. Oggi, che è l’inaugurazione ci sarà il primo concerto live, e già stiamo pensando ad organizzare quello di venerdì prossimo. E poi faremo il cineforum, perché è una forma d’arte che arriva direttamente e che è in grado di far scaturire delle discussioni. Per inaugurare questa attività, all’aperitivo di oggi saranno presenti regista e alcuni membri del cast del film Zeta, in parte girato a Tor Bella Monaca. Un’altra cosa che nasce assieme all’associazione è la rivista che si chiama Bella Vera, su cui scriviamo sempre noi, tutti ragazzi non professionisti, c’è solo un giornalista tra noi, Emanuele. La rivista presenta delle rubriche che fanno sorridere, tipo WhatsApp Zi’, che con ironia racconterà alcuni aspetti del quartiere; poi ci sarà Cinguettio dal Municipio, che racconterà di ciò che succede in Municipio, perché spesso la gente non è informata, visto che i canali sono quello che sono; poi c’è Gente di Tor Bella, che è invece la rubrica che curerò io insieme a Fabio Moscatelli. Praticamente noi stiamo girando casa per casa nel quartiere, andando a scoprire persone fantastiche, perché non ti aspetti di trovare una lettrice al decimo piano di una torre di Tor Bella Monaca, quartiere che ha un’etichetta negativa, ma che nasconde tante sorprese. Il problema di Tor Bella Monaca è come viene raccontata nelle cronache, e allora noi vogliamo darle una nuova narrazione. Nella rivista c’è poi l’editoriale di Jack Sparrow: si tratta di pezzi in cui si racconta il quartiere dal punto di vista di un pirata che ci si trova per sbaglio. Forse è l’unica parte a cui abbiamo riservato il racconto degli aspetti negativi della nostra periferia”.

aperitivoLa serata si è svolta tra l’entusiasmo generale. Dopo il discorso d’apertura dell’associazione di Nella, si susseguono sul palco, per presentare le proprie iniziative, i protagonisti di questa nuova, grande avventura: va al microfono Massimo Sgrulletti, che espone gli obiettivi del corso di fotografia, totalmente gratuito, che terrà assieme a Fabio Moscatelli;  poi il turno del direttore della scuola di musica l’Isola dell’arte; salgono poi sul palco alcuni attori del film Zeta, tra cui Francesco Siciliano e i giovani protagonisti; interviene in seguito Mariangela Zito, un legale che da marzo, insieme alla psicologa giuridica Ilaria Saturnini, terrà lo Sportello Donna; infine il turno dell’artista Daniele Sarno, che accompagna il resto della serata con dell’ottima musica.

L’avvocato Zito spiega in cosa consisterà il suo contributo nello Sportello Donna: “Mi occupo di diritto del lavoro e di diritto delle donne, faccio parte di un centro antiviolenza che si chiama AssoLei, che ha sede a Trastevere e si occupa dagli anni Novanta di violenza di genere. Qui ho accettato l’invito di avviare uno sportello non propriamente anti violenza, perché secondo me la violenza deve essere accompagnata da una cultura di prevenzione. Mi hanno chiesto di avviare uno sportello di ascolto, assistenza e consulenza, qui in via dell’Archeologia n°59 il sabato dalle 10 alle 12: si accolgono le persone che hanno bisogno di essere ascoltate o di sapere come difendersi e gestire le situazioni conflittuali, di famiglia o di coppia. È necessaria la presenza congiunta di avvocato e psicologa perché si tratta di questioni un po’ delicate e particolari. In questo modo si dà una completa assistenza, ma come professioniste, non rappresentando AssoLei, di cui entrambe facciamo parte, essendo un’associazione apartitica e neutrale. Nell’iniziare a collaborare qui a Tor Bella Monaca, ammetto di essere un po’ intimorita dalla diffidenza che magari gli abitanti del quartiere possono avere di fronte a questo tipo di servizio: magari con dei seminari informativi e una buona divulgazione riusciremo a farci conoscere”. Giulia Sfregola

Permalink link a questo articolo: http://www.fieradellest.it/tor-bella-monaca-nasce-bella-vera-lassociazione-che-vuole-scoprire-la-bellezza/

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.