«

»

Stampa Articolo

Tor Bella Monaca. La Fiera diffonde l’SOS dei bambini, la sindaca risponde, il Municipio tace

raggi-bambino nuovaL’8 luglio avevamo pubblicato il video che ci era pervenuto, realizzato dai bambini di Tor Bella Monaca in cui denunciavano la presenza di una colonia di topi nei pressi dei cassonetti di Largo Mengaroni. A sorpresa il nostro servizio fa il giro di tutte le testate nazionali fino ad arrivare al sindaco. Il Municipio VI intanto tace.  

A sorpresa la denuncia che abbiamo accolto dei bambini di Tor Bella Monaca ha fatto il giro di Roma e non solo. A destare tanta attenzione il fatto che un gruppo di ragazzi si trovasse costretto a “fare la conta dei ratti”. Siamo stati i primi a pubblicare un articolo sulla questione e a fare da megafono alla richiesta di aiuto dei bambini e degli abitanti di Largo Mengaroni. Ben “25″ i topi che in pochi minuti i ragazzi hanno potuto contare e filmare nei pressi dei cassonetti vicino all’area giochi della piazza. Ha ripreso prima la notizia Il Corriere della Sera, poi Rai Tre, Rete 4, Italia Uno e vari quotidiani. Ha lasciato tutti sgomenti assistere alle immagini girate da bambini intenti a contare i topi che circolavano indisturbati intorno a loro. E grazie a quei bambini e a La Fiera che ha raccolto la richiesta di aiuto, la notizia è circolata fino ad arrivare alle orecchie e agli occhi della Prima Cittadini Virginia Raggi che ha deciso di fare un sopralluogo a Tor Bella Monaca la mattina dell’11 luglio insieme all’Assessore all’Ambiente Paola Muraro.

raggi muraro01La Sindaca ha incontrato i cittadini e predisposto il servizio di pulitura. “Ci vuole solo un po’ di tempo purtroppo tutta Roma è così – ha detto la sindaca ai cittadini – Bisogna ristabilire il giusto rapporto in cui l’Amministrazione si sbriga ad intervenire e pulire ma voi cittadini dovete impegnarvi a tenere pulito”.

All’incontro erano presenti anche il Presidente del VI Municipio Roberto Romanella e il Presidente del Consiglio Alberto Ilaria.

Ci sono voluti tre giorni affinchè la segnalazione arrivasse al Sindaco, mentre, a livello locale, il nostro giornale non aveva ottenuto alcuna reazione da parte dell’Amministrazione Municipale. Mentre noi denunciavamo il fatto che dei bambini si trovassero a ‘fare la conta’ dei ratti’, l’Assessore all’Ambiente del VI Municipio, Katia Ziantoni, con i consiglieri e attivisti al seguito, era impegnata a promuovere le due lettere inviate a Angelo Panetta, Funzionario dell’Ufficio Giardini per il Municipio VI, e al Responsabile Ama per l’Area 5 di Roma, Rocca Cencia, Aldo Vendittozzi. Non una parola dell’Assessora seppure il caso è diventato nazionale.

Sarà forse perchè a fare la segnalazione è stata La Fiera dell’Est, giornale con cui il Movimento 5 Stelle del VI Municipio è in silenzio stampa da tre anni e con cui l’Assessore Ziantoni non ha un buon rapporto a causa dei nostri articoli in cui anticipavamo quanto poi è accaduto, ovvero che da membro di un comitato (QRE e Comitato Tutela e Ambiente) stava facendo propaganda ai pentastellati in attesa di ricevere una nomina politica?

Il giornale può non piacere, addirittura essere odiato, ma i problemi dei cittadini non possono essere ignorati. L’informazione locale serve a questo: far arrivare alle istituzioni i problemi della gente in modo che se ne interessino. In questo caso sembra che l’interesse sia proporzionale all’organo di informazione che denuncia il disservizio.

La fatica spesa a sponsorizzare le due lettere dell’Assessora poteva essere investita in modo diverso. Lettere in cui tra l’altro c’è una totale confusione tra le competenze della Ziantoni e dell’Assessore Capitolino, tra il servizio giardino del VI e quello centrale e tra le competenze degli uffici tecnici del dip.to e del municipio.

Proprio il Municipio dovrebbe essere sotto il diretto controllo e indirizzo dell’Assessore Municipale, come ad esempio la mappatura delle aree verdi e le relative competenze.  Oppure il verde delle scuole pubbliche di cui l’ufficio giardini ha alcuna competenza.

Per non parlare, poi, delle “risorse economiche stanziate”: un amministratore della cosa pubblica che chiede ad un dipendente pubblico i dati sulle risorse economiche (!).

Nella mattinata dell’11 luglio la Sindaca ha  incontrato a Tor Bella Monaca uno dei bambini che hanno realizzato il video: “Ti ringrazio per il video, mi raccomando a breve faremo partire la raccolta differenziata fatta bene, togliere i cassonetti e inseriremo quelli condominiali. Grazie a questa segnalazione ci siamo attivati immediatamente.

In una nota successiva la Sindaca ha commentato: “Oggi mi sono recata a Tor Bella Monaca insieme all’assessore all’ambiente Paola Muraro per verificare la situazione d’emergenza rifiuti denunciata dai cittadini. Questa mattina sono arrivati subito i camion dell’Ama che hanno ripulito la zona, ma questo intervento deve considerarsi solo l’inizio. Con Paola Muraro, con il presidente del Municipio e con l’assessore del Municipio abbiamo creato un piccolo pool per gestire questa situazione e dargli continuità nel tempo. Non è più ammissibile che i nostri bambini siano costretti a vivere e giocare in queste condizioni: troppe persone, qui, come in altri quartieri della nostra città, vivono nel degrado. Ma attenzione, quello che ci chiedono i cittadini è di non fare la solita passerella. Evidentemente sono abituati a questo, a politici che vengono, vanno, magari risolvono nell’immediatezza il problema e poi lasciano la città comunque nel solito abbandono. Non è questo che dobbiamo e vogliamo fare, quindi partiamo da qui, dalle periferie, dalla Roma dimenticata, per ricominciare a ristabilire un po’ di ordine e normalità”.

Ha poi diramato un comunicato sul tema generale della raccolta differenziata: “Tra le priorità programmatiche del M5S condivise insieme ai cittadini c’è l’emergenza rifiuti. Non a caso. E il perché è sotto gli occhi di tutti. Non appena insediati ci siamo messi al lavoro: in meno di due settimane ho incontrato il presidente di AMA Fortini, chiedendo che l’azienda fornisse report quotidiani e settimanali e dato immediatamente disposizioni all’assessora alla Sostenibilità ambientale Paola Muraro di avviare un piano di pulizia straordinario (che poi dovrebbe essere la normalità) in alcuni quartieri della città. In alcune zone il risultato è stato immediato, mentre altre versano ancora in un degrado che Roma certamente non merita. Il caso della conta dei topi di alcuni bambini nel quartiere di Tor Bella Monaca è scioccante e mi sto recando proprio ora sul luogo, per verificare di persona i fatti. Fa male invece ricevere segnalazioni, come quelle che provengono in queste ore dal quartiere Prati, di cassonetti vuoti e rifiuti a terra (inclusi forni da cucina e vasche da bagno). Sabato era stato pulito ogni angolo, ma l’inciviltà di alcuni ha prevalso sul bene della nostra città. Sarò chiara: a chi crede di poter trattare Roma come una pattumiera consiglio prudenza, perché nei prossimi giorni con la giunta metterò al vaglio l’ipotesi di un duro incremento delle sanzioni nei confronti di chi si macchia di comportamenti lesivi per le persone e l’ambiente. Infine vorrei esprimere la mia soddisfazione per l’accordo raggiunto tra le forze sociali riguardo al contratto CCNL. Da questo traguardo atteso da anni, iniziamo a collaborare con tutti gli operatori, impegnati nei servizi di igiene urbana e nella raccolta dei rifiuti di Roma, ringrazio le componenti sindacali per il senso di responsabilità dimostrato, di appartenenza all’azienda più grande d’Europa e soprattutto per l’importantissimo lavoro svolto tutti i giorni per tutelare l’ambiente in cui viviamo. E voglio ringraziare l’assessora Muraro, per l’ottimo lavoro svolto finora. Chiediamo la collaborazione a tutti i romani per mantenere pulita la città e rispettare le regole di convivenza civile, che sono alla base del senso di comunità che vogliamo re-introdurre nella Capitale. Dalla prossima settimana verrà incrementato il servizio di controllo per il conferimento dei rifiuti domestici e quelli delle utenze commerciali. Per anni i partiti hanno tolto ogni speranza alla nostra città. Ora, noi, quella speranza a Roma abbiamo il dovere di restituirgliela. Continuate a mandare le vostre segnalazioni di degrado, anche su Twitter con l’hashtag ‪#‎RomaPulita‬: è il nostro obiettivo e tutti insieme possiamo raggiungerlo”.

Federica Graziani

 

Permalink link a questo articolo: http://www.fieradellest.it/tor-bella-monaca-la-fiera-diffonde-lsos-dei-bambini-la-sindaca-risponde-il-municipio-tace/

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.