«

»

Stampa Articolo

Tor Bella Monaca. Il “Sottomarino Giallo” torna a vivere

sottomarino giallo tbmContro la minaccia della creazione di una casa delle associazioni i residenti scendono in campo per riprendersi i locali della ludoteca di via dell’Archeologia, a Tor Bella Monaca.

Dopo quattro anni di attesa infruttuosa e di richieste inascoltate i cittadini hanno deciso di agire. Il volantinaggio davanti le scuole e la raccolta firme, promossi dalla mamme del comparto dell’R5, non hanno sollecitato le Istituzioni a nessuna azione concreta. Il 30 maggio le porte della ludoteca “Sottomarino Giallo” di Tor Bella Monaca sono state quindi riaperte e subito dopo organizzate delle giornate di pulizia dell’esterno e dell’interno dei locali, pressoché pronti per essere restituiti ai residenti. Durante il periodo della chiusura forzata, la struttura di via dell’Archeologia non è stata depredata dell’arredamento e risultano mancare solo alcune porte. Con l’apertura degli spazi sono già in programma una serie di attività volte al coinvolgimento dei bambini e delle famiglie del quartiere e un’assemblea pubblica con le realtà sociali del territorio. L’obiettivo è quello di decidere insieme quale sarà il destino della ludoteca, che dovrà essere riaperta. “Da circa quattro anni stiamo lottando affinché la struttura torni a funzionare – spiega Mario Cecchetti, del Chentro Sociale. Il Comune e il VI Municipio dovranno fare la loro parte, investendo dei fondi volti alla restituzione di un servizio essenziale in un quartiere giovane come Tor Bella Monaca. Quest’atto di forza degli abitanti è un chiaro segnale di difficoltà sociale che dovrà essere colmato dall’Amministrazione”. Nata con il progetto Urban nel 1994, la ludoteca ha funzionato ottimamente per dieci anni fino al 2011. Poi la pubblicazione di un nuovo bando di gestione, targato dalla Giunta Alemanno, che ne ha fermato l’attività. La cooperativa che aveva gestito dall’inizio la struttura, la “Bastian Contrario”, era risultata vincitrice insieme ad un altra, e tutte e due le realtà associative avrebbero dovuto sobbarcarsi dei costi di gestione, senza il supporto del Campidoglio. Le iniziative, che nei prossimi mesi verranno proposte nella ludoteca, saranno supportate dall’aiuto e dalla partecipazione delle madri via dell’Archeologia, Gruppo Donne “Eutopia”,  del El “Che”ntro Sociale di Tor Bella Monaca, dall’Asia Usb e dal Comitato di Quartiere Nuova TBM. Il processo avviato nei giorni scorsi presuppone, almeno per i primi tempi, un percorso di autogestione in collaborazione con le realtà del territorio e dei volontari.

“Per evitare che rimanesse solo un atto politico, nei giorni successivi abbiamo inviato come Comitato di Quartiere – spiega Maria Vittoria Molinari – una richiesta di affidamento con un atto protocollato al Comune di Roma. Quello che chiediamo è una risposta vera verso i cittadini e l’apertura di un bando pubblico e trasparente per l’assegnazione dei servizi della ludoteca”. Lo scopo delle diverse realtà coinvolte è di far tornare il “Sottomarino Giallo” un luogo aperto alla socialità – come lo è stato per dieci anni – e non una “casa delle associazioni”, come trapelato dagli uffici municipali. Di mattina dovrà essere un asilo nido, di pomeriggio una ludoteca e la sera uno spazio aggregativo per i giovani o sede di attività culturali. Il cuore di Tor Bella Monaca torna a pulsare. Melissa Randò

 

 

 

Permalink link a questo articolo: http://www.fieradellest.it/tor-bella-monaca-il-sottomarino-giallo-torna-a-vivere/

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.