«

»

Stampa Articolo

Tor Bella Monaca. Il dramma di una madre e la figlia

dalla-torre-di-via-dellarcheologiaArrestate due donne, una disabile e una malata di tumore nella mattinata del 4 agosto. Nella torre di via dell’Archeologia, al civico 241, si è consumata l’ennesima tragedia figlia dell’abbandono e dell’indifferenza delle istituzioni. Fragilità, disagio sociale e problemi di salute. I vicini lanciano un grido di aiuto: “Dove sono i servizi sociali? Maria Vittoria e Carmen devono essere seguite”.

Se fossimo in un paese normale, ma non lo siamo, Maria Vittoria, 70 anni malata di tumore e di depressione, e Carmen, 45 anni, affetta da una rara patologia alle ossa e con disturbi della crescita, sarebbero seguite e accompagnate nel loro percorso di vita dalle istituzioni. Invece le due donne sono completamente abbandonate a se stesse. Vivono in un appartamento popolare sito nella torre di via dell’Archeologia 241, dove tutte le più basilari norme igienico – sanitarie sono andate a farsi benedire. Nel loro appartamento ci sono intonaci spaccati, infiltrazioni e un odore nauseabondo di muffa.

la-camera-da-letto-piena-di-infiltrazioniTempo fa avevamo incontrato le due donne:  “Non abbiamo neppure il gas perché ci è stata addebitata una morosità che non è la nostra e che non siamo in grado di pagare. Non mangiamo e non abbiamo niente. A nessuno sembra importare della nostra condizione. Vogliamo andare via di qui”.

Un grido di aiuto rimasto inascoltato. Poi nella mattinata del 3 agosto le forze dell’ordine hanno fatto il resto.

“Sono state arrestate – raccontano i vicini – perché c’è stata una lite con un abitante che vive nell’appartamento accanto a loro che da sempre le provoca e le insulta. Stamattina le due donne hanno deciso di difendersi minacciandolo con un coltello da cucina. All’arrivo della Polizia, ormai completamente nel panico, hanno puntato l’arma contro gli agenti e sono state ammanettate e condotte al commissariato. Abbiamo chiesto comprensione alla Polizia perché è evidente che Maria Vittoria e Carmen non stanno bene, eppure le hanno portate via lo stesso. Queste due persone devono essere aiutate dai servizi sociali. Qui non abbiamo mai visto nessuno ad aiutarle. Vi preghiamo di avere un minimo di cuore e di buon senso e capire che non sono criminali o persone pericolose ma solamente persone malate, vittime del disagio sociale in cui vivono”.

Racconta una versione diversa Silvia Sanna, la figlia del vicino delle due donne: “Abito anch’io lì con mio padre. Sono diventata mamma da poco tempo con un neonato dentro casa e con la paura di uscire. Paura di subire qualche altra minaccia o aggressione. Le dico che il coltello è già stato usato 3 anni fa contro di me e, ringraziando Dio, è uscito mio padre salvandomi la vita perché ha avuto la prontezza di bloccarle. Io avrei preso una bella coltellata sulla pancia se non ci fosse stato lui. Abbiamo fogli dell’ospedale che dichiarano il fatto perché per bloccarla l’ha strisciato facendogli un bel segno evidente lungo tutto il braccio. Nessuno minaccia o insulta come fanno le signore. Mio padre lavora la notte dentro un forno e quando torna l’unica cosa che fa è dormire tutto il giorno.  Siamo noi  a vivere con il disagio e la paura di uscire di casa”.

Il buon senso, quello sconosciuto. Quello che manca quando si parla di emergenza sociale e abitativa. Quello che manca quando si generalizza e non si guardano le situazioni nella loro complessità in tema di periferie e soprattutto case popolari. Quello che manca a tutti quelli che puntano il dito, che leggono solo una parte della storia e non l’intero libro. Federica Graziani

Permalink link a questo articolo: http://www.fieradellest.it/tor-bella-monaca-il-dramma-di-una-madre-e-la-figlia/

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.