«

»

Stampa Articolo

Toponimi. Osa passa, Valle Castiglione aspetta

Dopo il sì del Comune, la palla passa alla Regione dove il piano verrà definito una volta per tutte. Valle Castiglione, invece, deve aspettare il nullaosta della Soprintendenza ai Beni Culturali.
“La manovra urbanistica di periferia più importante degli ultimi anni”. La definisce così, Marco Di Cosimo, presidente della commissione urbanistica, l’approvazione delle varianti al piano regolatore approvato il 6 dicembre dal consiglio comunale. Un piano di recupero e progettazione del quartiere che smuoverà 110 milioni di euro di opere pubbliche e 3 milioni di edilizia privata. “Con un assetto urbanistico definitivo centinaia di persone potranno finalmente utilizzare i lotti di proprietà per costruire case”, spiega Di Cosimo. Una volta approvate, le varianti urbanistiche verranno pubblicate sull’Albo Pretorio e, dopo 30 giorni dalla pubblicazione, in mancanza di obiezioni e conseguente controdeduzione, spetterà alla Regione Lazio l’ultima decisione. Se in sede regionale il piano non verrà discusso bisognerà attendere i 60 giorni di silenzio assenso dopo i quali l’approvazione sarà considerata definitiva.
Per considerare chiuso il caso Osa ci vorranno circa 6 mesi, dopo i quali i cittadini potranno edificare versando il denaro al consorzio delle opere a scomputo. La stima è 1 milione di euro di oneri concessori con i quali i consorzi provvederanno alle opere di urbanizzazione primaria come fognature, strade e rete idrica.
Se per Osa l’annosa questione dell’approvazione dei toponimi che bloccava l’allaccio alle fognature e all’acqua potabile sta volgendo al termine, per Valle Castiglione il percorso è più tortuoso. Il quartiere, che sorge a ridosso dell’area archeologica di Gabii, sta ancora aspettando l’approvazione dei toponimi presentati nel 2001. A congelare la risoluzione è il blocco della Soprintendenza delle Belle Arti. L’area è infatti sottoposta a vincolo a causa del Parco Archeologico Gabino. “La situazione è rimasta la stessa di 30 anni fa – spiega Vincenzo Professo, cittadino e presidente del comitato di quartiere di Valle Castiglione – finché il dipartimento di Belle Arti non dà il nullaosta abbiamo le mani legate”. Ma Di Cosimo è fiducioso. “Per Valle Castiglione la questione è più complessa perché l’area è soggetta a vincoli particolari. Ma proprio per questo il Comune ha istituito un tavolo con la Soprintendenza ai beni culturali con la quale stiamo cercando delle soluzioni per far coesistere i bisogni del quartiere e il parco archeologico di Gabii. Appena concluderemo le trattative il percorso sarà quello di Osa”.

Cristina Cori

Permalink link a questo articolo: http://www.fieradellest.it/toponimi-osa-passa-valle-castiglione-aspetta/

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.