«

»

Stampa Articolo

SPECIALE REGIONALI 2013. Credici, immagina, facciamo giustizia, l’unico voto utile…

trono alla Pisana

A dispetto delle possibilità offerte dai nuovi mezzi di comunicazione, la campagna elettorale per le Regionali del 24 e 25 febbraio non brilla per originalità. Rassegna semiotica degli slogan e della cartellonistica di cinque candidati alla Pisana.

“Ora credici!”. Chissà cosa intendevano comunicare gli spin doctor di Francesco Storace, candidato del centrodestra alla Presidenza del Lazio. Perché se nello slogan della sua campagna elettorale l’eco corre fino al boom economico della fine della guerra, al miracolo italiano, l’effetto prodotto invece è quanto di più lontano all’attesa messianica e dal religioso.

Pur di sperare nella manna dal cielo, infatti, si finisce sul comico. Perché più che sul “credici”, un elettore stanco e sfiduciato che legge lo slogan, si sofferma sull’ “ora”. Così il messaggio che passa si trasforma in un’incredibile ammissione di colpa di quanto fino ad oggi non è stato fatto. “Ora credici!”. Come a dire: “Solo ora. Perché fino a oggi non abbiamo fatto sul serio e, a patto di ricevere un voto, siamo disposti anche a confermarvelo”. Come a dire: “Solo ora perché quando c’ero io alla Regione Lazio dal 2000 al 2005 forse non avresti dovuto farlo”. L’atteggiamento di Storace sulla cartellonistica è severo: lo sfondo tradizionalmente blu – più blu della Nazionale che blu del cielo perché qua si crede, mica si sogna! – le labbra serrate – guai che sfugga un sorriso in tempo di austerity – lo sguardo di traverso, forse persino un pelo adirato. È un uomo che al massimo “una stretta di mano virile e fascista”, per dirla con Gaber. Tutto il contrario di quanto avviene per la campagna elettorale di Nicola Zingaretti. L’ex Presidente della Provincia ha i denti di fuori e uno sguardo fin troppo bonario – forzato ai limite del ‘tonto’ – praticamente su tutti i manifesti. Appare sempre circondato da altre persone – anche se non siamo più compagni! – e sempre a busto intero.

Al contrario dell’ex An, non è tipo da stretta di mano. Piuttosto abbraccia, tocca. Lo sfondo è turchese, verde acqua, la materia è liquida, c’è leggerezza. Ma i sogni di Zingaretti sono fin troppo difficili da afferrare. Forse andati a fondo. Sicuramente sono talmente impalpabili che, anche se lo slogan scelto – Immagina – è scritto in caratteri cubitali, l’oggetto del verbo impresso sui manifesti è talmente aleatorio da apparire in corpo 12. “Una Regione trasparente”. Tutto ristretto, si legge a malapena. Ha detto bene Santori, passato recentemente dal Pdl a La Destra di Storace: “Immagina tutto, anche il programma”.

Ma spostiamoci per un secondo a sinistra. Sandro Ruotolo per Rivoluzione Civile. Si è lasciato scappare una foto davvero troppo canonica e istituzionale per chi dice di essere l’unica alternativa. Il motivo è un topos classico della campagna elettorale: uomo politico con animale domestico. Con l’aggravante che, nel caso di Ruotolo, i cani sono persino due. E dire che la sinistra prolet a mala pena riesce a far mangiare i pargoli, quando proprio riesce a figliare! Al centro invece Giulia Buongiorno, per la Lista Civica di Monti, vuole “Fare giustizia. Perché la Regione è uguale per tutti”. Il volto severo sullo sfondo grigio, colore neutrale, di attesa di fronte alle scelte. Da compiersi magari a elezioni avvenute. Anche per lei, infatti, come per molti altri a questa tornata elettorale, non è ancora ben chiaro se stia proseguendo con la sua carriera precedente o meno.

Infine Gabriele Di Stefano e Davide Barillari. Rispettivamente Casapound e Movimento 5 Stelle. Il primo fa appello al voto utile. Rigorosamente in camicia e giacca. Se il volto è pulito, proprio come il suo, per riconoscersi a destra ormai non rimane che il doppiopetto. Del secondo, a forza di lottare contro l’affissione dei manifesti abusivi, la cartellonistica non è ancora pervenuta.

Silvio Galeano

Permalink link a questo articolo: http://www.fieradellest.it/speciale-regionali-2013-credici-immagina-facciamo-giustizia-lunico-voto-utile/

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.