«

»

Stampa Articolo

Sos marana a Valle Fiorita

Teresa Bosa, Assunta Beriano , Ivana Cerquozzi, Francesco Carlomagno, Piera Fontanoni,Angelina GalatiLe istituzioni, nonostante le segnalazioni, non sono mai intervenute. Tra acqua alta, liquami e immondizia varia, il rischio di allagamenti sempre in agguato
“Quando piove un po’ più del normale nel fosso comincia a scorrere di tutto -racconta preoccupata la signora Piera Fontanoni, cittadina di via Castel di Iudica a Valle Fiorita – l’acqua trascina con sé tutto quello che trova, portandolo a valle. Abbiamo contattato l’ Amministrazione, ma nessuno ha saputo dirci nulla!”. Così i cittadini si trovano da soli a dover contenere i danni della marana. Purtroppo è la situazione che vivono la maggior parte degli abitanti nei pressi dei fossi: “L’odore che emana d’estate è insopportabile, siamo costretti a stare con le finestre chiuse- dice la signora Teresa Bosa, anche lei residente a via Castel di Iudica, per non parlare dell’invasione di zanzare e topi. Devono trovare una soluzione”. Infatti, quando le precipitazioni sono minori, il terreno sempre un po’ umido del fossato, è l’habitat ideale per insetti e altri animali; inoltre l’odore di bagnato si mescola a quello di liquame, rendendo l’aria irrespirabile.
“C’è puzza di fogna perché quando piove molto il collettore bypass che si trova a Due Leoni si ostruisce e scarica nel fossato – accusa la signora Angelina Galati – non è il meccanismo con il quale dovrebbe funzionare, se lo pulissero regolarmente. Abbiamo chiamato il Municipio, l’Acea, il Comune, ma nessuno è intervenuto”. Così, per evitare il peggio, i cittadini puliscono regolarmente il letto della marana tagliando le piante e portando via la sporcizia proveniente da chissà dove.
marana valle fiorita (2)“Ho chiamato una persona per farmelo pulire – prosegue la signora Angelina – noi non ce la facciamo. E poi è pericoloso”. Infatti, ci racconta, che il marito della signora Piera, qualche tempo fa è svenuto mentre puliva il fosso, a causa delle esalazioni del terreno.
“La forza dell’acqua ci ha distrutto l’orto: straripando ha eroso il suolo e portato via tutto”, racconta un’altra cittadina, Assunta Beriano . Ed è per questo che alcuni hanno realizzato delle mura contenitive, ma temono che anche quelle possano crollare. ”Quando piove molto l’acqua si alza velocemente – racconta Ivana Cerquozzi, che abita a pochi metri dal fosso – e scorre a gran velocità. Abbiamo sempre paura che possa buttare giù tutto”.
“Ce ne occupiamo noi perché ci abitiamo e non possiamo certo permettere che sia così abbandonato – sintetizza il signor Francesco Carlomagno, altro residente di via Castel di Iudica – e poi non possiamo lasciare il fosso pieno di bombole del gas, fusti, bottiglie e sterpaglia varia che blocca tutto. Rischiamo che l’acqua, non trovando spazio dove scorrere, esca fuori dalla marana!”.
Interpellato il Presidente della Commissione Urbanistica e Ambiente, Pasquale Gidaro ci ricorda una cosa nota già a tutti: i fossi sono protetti e sotto la giurisdizione della Provincia: “Possiamo promuovere verso gli organi competenti, ma bisogna capire se i terreni adiacenti sono privati, perché altrimenti bisogna fare esposto ai vigili; è necessario valutare bene la questione”.
I cittadini si sono stancati, nel frattempo, dei tentennamenti dell’amministrazione e chiedono risposte immediate; di esposti, poi, ne hanno fatti a decine, senza alcuna soluzione, ma dicono di esser disposti a ricoprire l’intera scrivania di Gidaro, se servisse davvero a qualcosa. ”Ci siamo insediati da due mesi e siamo dovuti partire con la differenziata che ci ha occupato molto”, sembra giustificarsi Gidaro. Così oltre alle aree cani e ai mercatini di Natale, la Commissione Urbanistica e Ambiente, per ‘colpa’ della raccolta differenziata, non può occuparsi di altro per il momento. Ma le segnalazioni sono fondamentali e senza quello la commissione non si muove; e magari i cittadini saranno un giorno pure convocati. Speriamo prima che si allaghi tutto!
Jessica Santini

Permalink link a questo articolo: http://www.fieradellest.it/sos-marana-a-valle-fiorita/

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.