«

»

Stampa Articolo

Sgomberati, da Colle degli Abeti a Ostia

sgombero (9)Il 23 gennaio il Municipio era pronto a sbatterli fuori, non tenendo conto di quanto ad oggi accaduto. Poi la svolta e l’alloggio per tutti.

Alle 7.30 di un piovoso mercoledì di gennaio arriva nelle sapienti mani del signor Iannarelli del corpo della Polizia Municipale dell’ VIII, l’ordine di sgombero per le 70 persone dal presidente Lorenzotti e dal suo galoppino Ceccarelli. Dopo più di 40 giorni di promesse e false speranze un “fine ospitalità” piomba come un machete sulla testa di queste persone. “E’ firmato dal direttore del Municipio” conferma la Polizia Municipale. Un ordine partito dalle stesse stanze che poco prima avevano deciso di accoglierli in attesa di trovare una sistemazione, quando dopo la sgombero di Colle degli Abeti, le famiglie si sono recate al Municipio a protestare e sono state appoggiate nella sala cinema del Municipio da Lorenzotti e Ceccarelli. Il sentimento di delusione e di sconforto ha creato tra gli sgomberati momenti accesi sia dentro che fuori la sala: è stato impedito a chi si trovava fuori di entrare, per evitare barricate. Cori contro il Sindaco e al grido di “bugiardi, bugiardi” sono riusciti ad attirare l’attenzione anche degli utenti del vicino ufficio postale e dell’anagrafe poco sopra. Lo striscione “l’alloggio è un diritto, noi non molliamo”, appeso di fronte la sala cinema, ha resistito meno degli occupanti: nonostante le minacce di sgombero forzato e le promesse di una veloce sistemazione, nessuno ha abbandonato il presidio: “Vogliamo parlare con Ceccarelli – gridano – vogliamo che ce lo dicano loro di andare via”. Nel pomeriggio, dopo 40 giorni di vita disumana nella sala cinema, sono scesi gli assistenti sociali che constatata la situazione, hanno invitato a non proseguire con lo sgombero: nella sala c’è una donna incinta e ci sono dei bambini: dal 13 dicembre sono lì, ma se ne sono accorti solo il 23 gennaio. Scendono nella sala cinema solo due consiglieri, Vendetti e Mastrangeli, che si faranno carico di una situazione ormai degenerata. La giornata si conclude con ottime notizie per tutti, è stata trovata una sistemazione per le famiglie con figli, le quali potranno appoggiarsi al camping di Ostia, trovando un posto con loro anche per gli altri 15 senza figli. Una vittoria di Pirro per gli sgombrati, sbattuti a chilometri di distanza, in un campeggio per giunta; usati per oltre un mese dalla politica, alla quale hanno deciso di affidarsi ciecamente. E creando, un pericoloso precedente che potrebbe costare caro all’amministrazione.

Jessica Santini

 

Permalink link a questo articolo: http://www.fieradellest.it/sgomberati-da-colle-degli-abeti-a-ostia/

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.