«

»

Stampa Articolo

Scuole, qualche novità per il Prenestino

Commissione scuola okAlcune ancora devono essere iniziate, molte sono in fase di ultimazione, anche se spesso la data di consegna è incerta. Una soluzione interessante è stata trovata per gli istituti di Piazza Muggia e via Gastinelli.

Si è trattato piuttosto di un confronto con gli uffici tecnici e una rassicurazione alle dirigenti scolastiche: la Commissione Scuola che si è tenuta in Municipio il 20 gennaio scorso ha tentato di fare chiarezza su come cambieranno di qui a poco le cose. Presenti oltre i dirigenti dei vari istituti del versante Casilino, anche loro interessati da problemi analoghi, e Prenestino, c’erano i comitati in rappresentanza dei cittadini, il Presidente della Commissione Massimo Sbardella, i consiglieri Claudia Colagrossi e Stefano Criscuolo. Se da una parte si è evidenziato quanto sia tragica la situazione delle liste di attesa per avere accesso alle scuole, dall’altra si è tentato di delineare un piano organizzativo per il prossimo anno scolastico, in modo da evitare che oltre 800 bambini rimangano nuovamente fuori. E anche per scongiurare il triste e faticoso fenomeno del pendolarismo scolastico, che troppo spesso porta i bambini ad allontanarsi molto da casa per andare a lezione..

Scuola via Prampolini (Ponte di Nona)

Ancora deve essere indetta la gara per chi eseguirà i lavori, anche se gli uffici garantiscono si tratti di questione di un paio di mesi al massimo. Si dovrà provvedere alla realizzazione di quattro nuove aule destinate alla materna. Nel frattempo la dirigente chiede un altro intervento: magari con un ribasso d’asta si potrebbe realizzare qualche altro servizio igienico al piano superiore, dove sono state accostate classi di scuola elementare a aule di media. La materna potrebbe accogliere circa una ottantina di bambini, dando un po’ di respiro alle scuole limitrofe e smaltendo un po’ di lista d’attesa.

Via Rosciano (Castelverde)

Manca poco affinché avvenga l’allaccio delle utenze mancanti, in particolare del gas diretto. La scuola è praticamente pronta tanto che sembra sia imminente la convocazione delle parti per la presa in carico. La struttura ospiterà circa 75 bambini, ma non avendo provveduto all’inserimento per la preiscrizione, si utilizzeranno per l’anno scolastico 2014-2015 le liste di attesa già in uso.

Istituto Primario Muggia e scuola di via Luigi Gastinelli

L’idea è quella di un doppio trasloco che consentirebbe la creazione di nuovi spazi e la possibilità di usufruire di nuove aule, ad oggi non utilizzate. Per far ciò sarà sufficiente, secondo la trovata, trasferire le 16 classi di media dalla Gastinelli alla Muggia, che ha 19 aule a disposizione. Nel contempo le 19 classi della Muggia, si trasferiranno alla Gastinelli, che ha 27 aule utilizzabili, il tutto completo degli arredi ora disponibili. Così nella Gastinelli, sarà possibile accogliere nuove iscrizioni grazie alla possibilità di impiego di classi vuote: sarà come realizzare una nuova scuola quasi a costo zero.

Piano di zona Colle degli Abeti

Si preannuncia un incontro con il Presidente della Commissione Lavori Pubblici del Comune Dario Nanni per verificare l’esistenza di nuove aree destinate alla realizzazione di scuole: molte delle aree precedentemente designate sono soggette ad inondazioni e quindi non idonee. Il Dipartimento IX aveva stanziato dei fondi per la realizzazione di una scuola materna mentre, per quanto riguarda la scuola elementare, è stata discussa in sede di Commissione la possibilità di reperire soldi grazie alla richiesta dei finanziamenti europei per un importo pari a 6 milioni di euro, la cifra stimata per l’ultimazione dell’opera.

Via Carini (Prato Fiorito)

La storia di questa scuola è vecchia di oltre sette anni ormai, ma sembra volgere al termine: il progetto del 2007 è stato bloccato nel 2008 a causa di problemi sollevati dall’impresa. Non essendo stata accettata la proposta di sospensione lavori, si è dovuto attendere la scadenza del mandato, avvenuta a giugno 2013, per riprendere in mano la situazione. E’ stato così possibile recidere finalmente il contratto con la ditta vincitrice del bando, con la quale, attualmente, si sta procedendo ad una conciliazione. Se tutto andrà per il meglio entro marzo questa storia si potrà dire conclusa e potranno riprendere i lavori.

Jessica Santini

 

Permalink link a questo articolo: http://www.fieradellest.it/scuole-qualche-novita-per-il-prenestino/

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.