«

»

Stampa Articolo

Sardone, dalla parte dei militanti

sardoneIl consigliere del Pd, Giuseppe Sardone, commenta i risultati del congresso.

E’ l’unico consigliere del Pd che ha voluto contattare la nostra redazione per dissociarsi dal metodo in cui si è svolto il congresso del Pd. “I militanti devono tornare ad essere il vero motore di questo partito”.

Come commenti i risultati del congresso del VI municipio?

Credo che il risultato ottenuto da Lionello Cosentino, il candidato che ho sostenuto, sia stato ottimo. In un territorio in cui ben pochi avvallavano il candidato avverso a quello sostenuto dal Presidente del Municipio, con queste percentuali si può essere più che soddisfatti.

Durante le votazioni hai notato qualcosa di strano fuori dai circoli?

L’atmosfera era assolutamente tesa. Ho visto una “partecipazione” sproporzionata rispetto alla normale vita politica dei circoli. Mi sono poi fortemente stupito soprattutto quando, chiacchierando con i vari elettori in fila per votare: è emersa la loro totale inconsapevolezza su chi si andava a votare e perché.

Credi sia stata inopportuna la candidatura del fratello di Scipioni e il fatto che il Presidente sia stato inserito nel direttivo e nella delegazione romana?

Assolutamente si. Se è vero che da regolamento non ci fosse un’esplicita limitazione in tal senso, è evidente che il congresso così gestito ha ulteriormente allontanato gli elettori dal nostro partito. Secondo te come può vivere un militante del Partito Democratico la condizione di vedere gli stessi cognomi indicati per ricoprire contemporaneamente incarichi di natura diversa? Le ambizioni sono sempre ben accette ed ammissibili. Le candidature multiple gettano un velo d’ombra sulla volontà di condividere la gestione e la vita dei circoli.

Ci sono diverse denunce che parlano di tessere comprate non credi che in un momento di crisi della politica è strano tanto interesse per il PD?

In effetti l’attaccamento così morboso al nostro partito, in un momento in cui si registra un complessivo allontanamento dalle strutture partitiche ed un forte astensionismo al voto qualche incongruenza e qualche sospetto potrebbe sollevarlo. La tessera comprata, qualora esistesse, è un esclusivo simbolo di degrado politico; è comunque chiaro che il regolamento nazionale ha avuto delle grosse pecche nella gestione delle operazioni di voto ed i fatti in discussione evidenziano tali carenze.

Se vincesse Cosentino gli sforzi di Scipioni potrebbero essere vani?

Sicuramente Lionello Cosentino ha l’esperienza e la forza politica per valutare e mettere la commissione di garanzia nella condizione migliore per decidere serenamente rispetto alle vicende dei circoli, valutando i fatti, le testimonianze ed i documenti raccolti che corredano i ricorsi.

I popolari del VI municipio si sono divisi nelle votazioni?

L’area popolare, molto presente sul nostro territorio, ha scisso “l’operazione voto” tra le questioni romane e le questioni locali. Legittimo. Il circolo di Torre Maura ha dimostrato che un candidato territoriale forte, sostenuto a gran voce dal consigliere Angelucci, è riuscito a non far neanche presentare un candidato da opporre del comitato Giuntella, invece sostenuto dal Presidente Scipioni. La disfatta è stata inequivocabile. Cosentino qui vince di misura su Giuntella: 106 a 36.

Possiamo parlare di municipio militarizzato?

Più che di municipio militarizzato possiamo parlare di municipio monocratico. La gestione democrazia del partito, dal mio punto di vista, dovrebbe essere ben altra. Bisogna riportare al centro della discussione politica le tematiche e non, per quanto importanti, le postazioni di controllo. Oggi a me sembra che le condizioni per intavolare una discussione siano alquanto complicate. Comunque, per quel che mi riguarda, la questione congresso non è per nulla terminata. C’è ancora molto da fare e da discutere.

Federica Graziani

Permalink link a questo articolo: http://www.fieradellest.it/sardone-dalla-parte-dei-militanti/

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.