«

»

Stampa Articolo

Sardone (PD): “Basta con la conservazione della specie”

Giuseppe SardoneGiuseppe Sardone, altro candidato alle primarie del centrosinistra per la Presidenza dell’ VIII, chiede un cambio di rotta.

“L’alternativa c’è”. E’ lo slogan di Giuseppe Sardone per la sua campagna elettorale per le primarie del centrosinistra. Trentanove anni, appartiene all’ area  popolare, Il suo referente è il vicepresidente del consiglio comunale Marco Coratti, corrente Gasbarra.  Alle regionali ha sostenuto la candidatura di Zambelli, che è stato eletto.

Come commenti i risultati elettorali del Pd?

Non sono soddisfacenti perché continuiamo ad arroccarci su una lettura di risultati molto parziale. La logica di Grillo ha portato alla riduzione del consenso verso il Pd. Questo ci conferma che la politica del Pd dell’ VIII Municipio non riesce più ad interpretare le  esigenze del territorio. In virtù del fatto che i risultati si sono allineati a sconfitte  nel corso del tempo, è chiaro che il consenso va scemando di anno in anno. La proposta di presentare Scorzoni, sostenuto da tutto il gruppo dirigente del Pd VIII, non ha portato risultati. Dall’altro il gruppo dirigente sostiene come candidato alle primarie per la Presidenza del Municipio Cremonesi, che alle regionali portava Pelonzi che non viene eletto.

Il Pdl continua ad ottenere un buon risultato …

Il risultato del Pdl è frutto della logica di chiusura intorno alla vecchia politica. Il Pdl ha un suo elettorato che fa parte di un nucleo ben consolidato, difficilmente scardinabile.

L’ VIII alle urne boccia la classe dirigente del Pd. Altri candidati alle regionali sostenuti per esempio da te e da Scipioni sono eletti…

Colpa della logica di chiusura, chi fa parte della vecchia struttura politica tenta di preservare la specie. E’ un errore clamoroso, l’idea di Pd che aveva proposto Veltroni era quella dell’inclusione non dell’esclusione. Oggi qualsiasi cosa diversa rispetto alle logiche passate viene respinta come fosse un virus. Oggi ci sono nuove leve che sono state intercettate dai grillini che dimostrano la necessità di scardinare questa logica.

Il segretario del Pd VIII in cosa sta sbagliando?

Questa è una nota dolente. Non può essere che un segretario sia garanzia solo di una parte. Deve essere super partes. Bisogna cominciare a pensare che esistono realtà alternative ai veltroniani in VIII. Sgrulletti deve avere la capacità di guardare oltre la sua parte. Bisognerà rifare una verifica nel 2013 sulla composizione della segreteria e della classe dirigente.

Quale la soluzione per uscire da questa situazione in VIII?

Oggi ci vuole un’alternativa che riesca ad intercettare ciò che ha intercettato Grillo. Sentirsi, quando si entra in una sezione di partito, un di più è grave. Prendo il caso di Mastrangeli: ha voglia di rientrare, ma si cerca in tutti i modi di lasciarlo fuori. Forse una persona che ha grande consenso sul territorio fa paura.

Ci sono responsabilità della segreteria romana?

E’ stata assente in questo municipio, ha lasciato troppo fare.

E’ giusto che per le primarie la classe dirigente si schieri a favore di uno?

Ovviamente no. La solita logica di chiusura, garantisco per questo non per quello. Alle volte ci sono atteggiamenti presuntuosi che fanno credere alla vittoria sicura. Grillo insegna.

Sgrulletti ha chiuso ai partiti di sinistra sei d’accordo?

Secondo me la sinistra deve stare in maggioranza, altrimenti rinneghiamo la nostra storia.

Federica Graziani

 

Permalink link a questo articolo: http://www.fieradellest.it/sardone-basta-con-la-conservazione-della-specie/

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.