«

»

Stampa Articolo

Roma Est. Sit in di Fratelli d’Italia sotto la sede di Autostrade dei Parchi S.p.A. contro l’aumento del pedaggio della A24

il-sit-in-di-protestaAlla manifestazione in via Giovanni Vincenzo Bona hanno aderito l’Associazione IV Municipio Case Rosse, Caop e Sei Unico. La prossima settimana una delegazione FDI incontrerà l’Ad della società

L’aumento spregiudicato del pedaggio della A24 in questi primi giorni dell’anno ha decisamente scaldato gli animi dei residenti del versante est di Roma. Fratelli d’Italia, a distanza di neppure 48 ore dall’uscita sulla stampa della decisione firmata dal ministro delle Infrastrutture Delrio di aumentare il balzello autostradale, ha organizzato un flash mob sotto la sede di Autostrade dei Parchi in via Bona oggi, 4 gennaio, alle 12. Orario infelice che, insieme allo scarso preavviso, ha condizionato di molto la partecipazione ma “L’unico orario in cui forse, quando citofoneremo, qualcuno ci risponderà”, precisa Nicola Franco, capogruppo FDI al Municipio VI. Hanno comunque aderito i comitati del Caop – Coordinamento Azioni Operative Ponte di Nona, dell’Associazione IV Municipio Case Rosse e della neonata associazione Sei Unico.

La questione posta è molto semplice: “Non capiamo perché una complanare costruita con i soldi pubblici debba essere fonte di guadagno per una società privata – spiega Franco – L’esempio più vicino per far capire la questione è il tratto autostradale che collega Roma e Fiumicino: nessuno paga, eppure collega due comuni distinti. Qui la questione è paradossale: Ponte di Nona, Corcolle, Lunghezza e tutti i quartieri del versante prenestino-collatino sono quartieri di Roma e devono pagare un pedaggio in entrata e in uscita. Una follia”.

Il pedaggio è aumentato in tutta Italia per tutta la rete autostradale a seguito della manovra di bilancio del governo Gentiloni. “Ci hanno detto che su questo tratto l’aumento è del 12,69%: è una bugia! – tuona Paolo Di Giovine, presidente dell’Associazione IV Municipio Case Rosse e responsabile del coordinamento Associazioni Roma Est – Perché noi da 1 euro, a Settecamini Case Rosse, paghiamo ora 1 euro e 20. Neanche i conti sanno fare: è un aumento del 20%. È un’ingiustizia per noi della periferia pagare queste cifre, che non abbiamo servizi, per entrare in Roma e uscire in Roma. Settecamini è Roma, Ponte di Nona è Roma”.

Per Romano Amato, presidente dell’associazione Sei Unico (già Assessore nella Giunta Lorenzotti), la questione parte da lontano: “Già esisteva un contratto di servizi per collegare Ponte di Nona al centro commerciale e la costruzione di un casello autostradale a pagamento. Fu una precisa scelta politica dell’allora sindaco Rutelli e portata avanti da Veltroni. La storia non va dimenticata”.

Pur non avendo una diretta responsabilità in materia di competenze viene tirata in ballo anche il sindaco di Roma, nonché presidente della Città Metropolitana, Virginia Raggi: “Abbiamo preparato una mozione in Assemblea Capitolina – spiega il capogruppo FDI Fabrizio Ghera – affinché il Comune faccia sentire la sua voce. Non può passare sempre tutto in silenzio a danno esclusivamente dei cittadini”. Fabrizio Santori, consigliere di FDI in Regione Lazio, è duro nei confronti della società: “Noi già tre anni fa l’abbiamo ribattezzata ‘Autrostrada dei Ladri’, non dei Parchi. Perché rubano ogni giorno soldi dalle tasche dei cittadini”.

Franco Pirina, presidente del Caop, ride amaramente: “Eccoci di nuovo qui. A goderci l’ennesima ingiustizia, l’ennesima vergogna, l’ennesimo schifo che dobbiamo sopportare. Pagare 1 euro e 40 per entrare a Roma da Ponte di Nona, fare un chilometro per venire qui. Ma siamo proprio un popolo di pecoroni! Ma possibile che non siamo in grado di ribellarci a questi continui soprusi, a queste spavalderie?”

Il sit in ha comunque sortito un effetto più che insperato: il gruppo di Fratelli d’Italia è stato ricevuto all’interno della sede di Autostrade dei Parchi e ha fissato un incontro con il suo Amministratore Delegato per la prossima settimana, che spiegherà alla delegazione di FDI, che sarà guidata dal capogruppo alla Camera Fabio Rampelli, i motivi dei rincari e l’annosa questione del pedaggio. Flavio Quintilli

Permalink link a questo articolo: http://www.fieradellest.it/roma-est-sit-in-di-fratelli-ditalia-sotto-la-sede-di-autostrade-dei-parchi-s-p-a-contro-laumento-del-pedaggio-della-a24/

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.