«

»

Stampa Articolo

“Roma ci piace un sacco”: parte il nuovo modello di raccolta rifiuti in VI e in X

cassonettiSta per iniziare la distribuzione del materiale informativo nelle case, ma è prevista anche la presenza sul territorio di operatori che daranno informazioni sul funzionamento della nuova raccolta (nel VI saranno presenti in via Marco Rutilio e in via Benedetto Torti.)

Saranno 500mila i cittadini coinvolti, sommando i residenti dei due municipi interessati dalla nuova misura di raccolta dei rifiuti.La mappatura delle utenze è ormai conclusa e, a partire da metà aprile, comincerà la consegna delle istruzioni del nuovo servizio di raccolta porta a porta. La sindaca Virginia Raggi esprime grande soddisfazione per quello che definisce un piano di “rivoluzione” della raccolta differenziata in alcune zone della Capitale: “Come da cronoprogramma prosegue speditamente l’applicazione del nuovo modello tecnologico di raccolta nella nostra città, che estenderemo progressivamente in tutti i municipi. (…) Prosegue il nostro impegno per avviare Roma verso un’economia circolare e a Rifiuti Zero, lo facciamo unendo più forze, mettendo insieme le competenze e ponendo al centro delle nostre politiche i cittadini”.

A tracciare un bilancio del lavoro svolto finora è l’Assessora alla Sostenibilità Ambientale Pinuccia Montanari, che delinea anche gli obiettivi futuri della giunta: “A solo un anno dall’approvazione del Piano per la riduzione e la gestione dei materiali post-consumo si stanno già vedendo importanti risultati. Abbiamo ridotto i rifiuti indifferenziati, stiamo applicando il nuovo modello di raccolta e abbiamo avviato l’iter autorizzativo in Regione Lazio per due nuovi impianti di compostaggio aerobico. Stiamo dando a Roma soluzioni strutturali nella gestione dei materiali post consumo. Quello che proponiamo è un totale cambio di rotta. I nostri traguardi sono delineati: ridurre i rifiuti, aumentare la raccolta differenziata al 70% e sviluppare un’impiantistica sostenibile”.                                                                                                  La mappatura compiuta da 70 addetti Ama ha individuato circa 50mila utenze “fantasma” nei due municipi. In particolare, in VI municipio il censimento ha consentito di individuare oltre 118mila utenze domestiche, circa 30mila in più (+25%) rispetto a quelle presenti nella banca dati. Sono state anche censite 5.600 utenze non domestiche su strada e 680 nei condomini nel VI municipio(6.300 utenze non domestiche su strada e 1.570 nei condomini in X municipio).Il programma di raccolta differenziata sarà organizzato sulla base delle esigenze delle diverse aree, e scatterà progressivamente una volta conclusa la consegna dei kit informativi. Il Piano Esecutivo per il VI municipio prevede che circa 84mila utenze saranno servite con il “porta a porta”, 1.800 utenze con le domus ecologiche e le restanti 34mila utenze tramite postazioni con contenitori “intelligenti”, in grado di riconoscere tramite una tessera l’utenza. Il calendario di raccolta sarà semplificato razionalizzando la frequenza di ritiro dei rifiuti. A tutte le utenze domestiche saranno richieste solo 3 esposizioni settimanali dei rifiuti, invece delle attuali 9.

Nel comunicato stampa di Ama, Campidoglio e CONAI si legge:“(…) In ogni giorno di raccolta, si dovranno esporre contemporaneamente due tipologie di rifiuto: sempre la frazione organica e, a seconda del giorno, anche la frazione “secca” prevista da calendario (carta; plastica/metallo; rifiuto residuo indifferenziato). L’abbinamento, ben memorizzabile per i cittadini (“secco” del giorno + rifiuto umido), consentirà anche ad Ama di agire più efficacemente e razionalmente, raccogliendo ogni giorno 2 diverse tipologie di rifiuto. Ai cittadini sarà richiesta l’esposizione dei bidoncini/mastelli in un’unica fascia oraria giornaliera: serale (19 – 21). Per i contenitori in vetro, si continueranno ad utilizzare le campane verdi stradali. Le utenze non domestiche su piano strada saranno interessate da un servizio di raccolta porta a porta dedicato, con sistema di rilevazione dei conferimenti. Il prelievo di tutte le frazioni riciclabili e dell’indifferenziato sarà svolto da un unico soggetto che consentirà un maggior controllo del servizio erogato”. Sebastiano Palamara

Permalink link a questo articolo: http://www.fieradellest.it/roma-ci-piace-un-sacco-parte-il-nuovo-modello-di-raccolta-rifiuti-in-vi-e-in-x/

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.