«

»

Stampa Articolo

Roma Capitale, si dimette la Muraro

052355447-574a43a1-8b44-4f9a-8d0e-97d850b21cbaL’Assessora all’Ambiente ha ricevuto l’avviso di garanzia e la sua posizione è diventata indifendibile. Anche Berdini è in bilico.

Se n’era parlato tanto nei mesi scorsi, e alla fine l’avviso di garanzia della Procura di Roma a Paola Muraro è arrivato: a quel punto (nella serata del 12 dicembre)l’assessora all’Ambiente della capitale, la cui posizione s’era fatta insostenibile anche per la Raggi che l’ha sempre difesa, ha comunicato alla sindaca le sue dimissioni irrevocabili.

Sembra non aver fine il calvario di questi primi mesi di giunta, anche se, secondo alcuni, la Raggi da questo momento dovrà gestire una spina nel fianco in meno, tra le molte che hanno caratterizzato l’inizio della sua amministrazione. Il caso andava avanti da luglio, quando era emerso che la Procura l’aveva iscritta nel registro degli indagati per l’ipotesi di reato ambientale, nel periodo in cui era consulente esterna di Ama. Nonostante le polemiche degli ultimi mesi,tra cui quelle legate al suo blitz in Ama, quando la Muraro aveva chiesto al Dg Daniele Fortini di mettere in funzione il tritovagliatore di proprietà di Cerroni, il suo ruolo in giunta era rimasto rilevante fino agli ultimissimi giorni, anche dal punto di vista mediatico: di recente su Facebook sono stati diffusi dei video che la vedevano impegnata in prima linea in diversi interventi in giro per la città, dalla visita al residence di Bastogi allo “SpazzaTour”, ideato per sensibilizzare i romani sulla raccolta differenziata.

Subito dopo le dimissioni, la Muraro ha dichiarato di non voler entrare nel merito dell’inchiesta, e di essere “tranquilla e convinta che riuscirò a dimostrare la mia totale estraneità. Tuttavia per senso di responsabilità istituzionale ho deciso di lasciare”. Le deleghe all’Ambiente, per ora, vanno a Virginia Raggi. Negli scorsi mesi avevano già lasciato l’Assessore al bilancio Marcello Minenna, il capo di Gabinetto Carla Raineri e l’ex magistrato Raffaele De Dominicis, indagato per abuso d’ufficio. Inoltre il rugbysta Lo Cicero, nominato assessore allo Sport nella serata di chiusura della campagna elettorale, non entrò mai in carica a seguito di alcune battute contro gay e zingari, mentre solo poche settimane fa la sindaca revocava la delega alla gestione dei finanziamenti pubblici per la riqualificazione urbana alla dirigente comunale Vittoria Crisostomi, anch’essa indagata.

Con le dimissioni della Muraro si riapre un buco in giunta che, visti gli inciampi degli ultimi mesi in merito alle nomine, sembra profilare un’ulteriore nonché deleteria paralisi,in un settore altamente critico per la città come quello dei rifiuti.

Altra tegola all’orizzonte è quella legata all’Assessore all’Urbanistica Paolo Berdini: secondo alcune fonti interne la sindaca e i suoi fedelissimi starebbero cercando di farlo fuori. Poco gradite sarebbero le posizioni più volte espresse da Berdini sul nuovo stadio della Roma: l’idea della giunta sarebbe quella di permetterne la costruzione in cambio di una riduzione delle cubature di cemento, ma Berdini è di altro parere: avrebbe minacciato di negare il riconoscimento dell’interesse pubblico al progetto. C’erano stati attriti anche con Enrico Stèfano, presidente della Commissione Mobilità, a seguito della proposta di Berdini di deviare la Metro C a Corviale, o su altre proposte riguardanti le torri dell’Eur e il progetto di ristrutturazione degli ex Mercati Generali.

Berdini si dice all’oscuro di tutto, ma il silenzio del Campidoglio sulla vicenda è una tacita ammissione del tentativo di sostituirlo a breve, magari marginalizzandolo fino a costringerlo ‘spontaneamente’ a dimettersi.

Sebastiano Palamara

Permalink link a questo articolo: http://www.fieradellest.it/roma-capitale-si-dimette-la-muraro/

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.