«

»

Stampa Articolo

“Roma ai romani” a Tor Bella Monaca non passa

19884444_1882791161984990_6066309960893021520_nRespinta l’irruzione fascista degli attivisti di Forza Nuova capeggiati dal leader Giuliano Castellino da parte dei volontari di Asia – USB e dalle donne del quartiere.

L’11 luglio a Tor Bella Monaca non è stata una giornata ordinaria. Era stato organizzato un presidio antifascista da alcune realtà locali in seguito agli atti di violenza avvenuti nelle settimane precedenti nei confronti di alcuni cittadini stranieri. Il corteo richiesto per l’11 luglio dagli attivisti fascisti di Forza Nuova era stato negato dalla Prefettura. Eppure uno sparuto gruppo di attivisti di estrema destra, capeggiati dal leader del movimento fascista Giuliano Castellino, si è presentato lo stesso. A dare man forte a questa violenta irruzione contro la sede del sindacato Asia – Usb di via dell’Archeologia alcuni pusher locali. Alla base dello scontro il tema delle case popolari: al grido “Roma ai romani” il gruppo fascista ha deciso di attaccare la sede dell’Asia che al contrario da anni si batte affinchè l’emergenza abitativa sia affrontata non per preservare il diritto di cittadinanza italiana ma quello di necessità e giustizia.

19894822_1882791408651632_2235956826897619170_nGli scontri sono avvenuti mentre il sindacato ospitava al suo interno molti cittadini e mentre nella sede accanto, quella del circolo del Pd, si stava svolgendo l’elezione del nuovo segretario municipale alla presenza dell’Onorevole Gennaro Migliore. Un folto gruppo di poliziotti si è frapposto tra i due gruppi. Ci sono stati attimi di tensione e violenza da parte dei fascisti che hanno lanciato bottiglie ferendo alcune persone presenti. Sono stati tutti identificati e dovranno rispondere dei reati di manifestazione non autorizzata, violazione dell’ordine dell’Autorità, violenza resistenza a Pubblico Ufficiale.
Sono state le donne di via dell’Archeologia a scagliarsi contro i fascisti in difesa di Asia – USB e a riportare la calma. Dopo la manifestazione un consigliere municipale del Pd è stato aggredito, picchiato e preso in ostaggio per un’ora nella sua automobile.
“La velenosa bugia che i gruppi razzisti stanno diffondendo – commenta Asia – USB – per cercare di penetrare nei quartieri popolari, cioè che le case popolari non ci sarebbero perché destinate agli immigrati, la si contrasta se accanto al racconto quotidiano della verità si aggiunge la paziente e determinata presenza sul territorio. La vera questione sociale in ballo a Tor Bella Monaca è la sanatoria delle “occupazioni” delle case popolari: un popolo di aventi diritto a basso o bassissimo reddito che si vorrebbe contrapporre al popolo di chi sta prima nella graduatoria”.
L’amministrazione municipale e capitolina nonostante i gravissimi fatti avvenuti si è chiusa nel silenzio tanto che Anpi VI Municipio ha protocollato una lettera indirizzata al Presidente Romanella per “chiedere la netta condanna dei fatti avvenuti, un consiglio municipale e un osservatorio permanente interistituzionale contro ogni violenza e discriminazione”. Federica Graziani

 

Permalink link a questo articolo: http://www.fieradellest.it/roma-ai-romani-a-tor-bella-monaca-non-passa/

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.