«

»

Stampa Articolo

Rocca Cencia. Dissequestrati i terreni

dd5ecc73-9b98-4cee-92a0-b46bb5297f36Il PM titolare dell’inchiesta ha disposto le ordinanze per liberare i fondi, dove un anno e mezzo fa erano stati rinvenuti i rifiuti ospedalieri.

È stata messa la parola fine alla vicenda dei terreni agricoli di Rocca Cencia, che circondano lo stabilimento Ama e le case popolari, dove sono erano stati rinvenuti i rifiuti ospedalieri. Il PM, titolare dell’inchiesta, ha disposto il dissequestro dell’intera area, circa 64 ettari, composta da particelle di proprietà di vari privati e della società Colari del “re della mondezza” Manlio Cerroni.

Stando alle prime indiscrezioni, gli esiti delle indagini e dei rilievi sui terreni, effettuati dall’Arpa, sarebbero stati negativi. I rifiuti ospedalieri, in buona sostanza, sversati alla fine degli anni Settanta, soltanto su una parte di un fondo in particolare, formando una striscia perpendicolare all’area, non avrebbero contaminato i terreni attigui in profondità. Ma anche quello interessato allo sversamento, non risulterebbe compromesso, se non in superficie. Inoltre, non sarebbero stati trovati, cosa altrettanto importante, altri rifiuti, oltre a quelli scovati diligentemente dagli agenti dal Gruppo Sicurezza Pubblica ed Emergenziale della Polizia di Roma Capitale, diretto dal comandante Antonio Di Maggio, né liquami o agenti patogeni, che potessero avvelenare l’ambiente.

Le ordinanze di dissequestro sarebbe state rilasciate a macchia di leopardo, dopo accurati controlli su ogni singola particella. In alcuni casi, come il terreno dello sversamento, sarebbe stata necessaria un’opera di bonifica da parte dei proprietari, quel tanto che sarebbe bastato per libera la superficie degli scarti ospedalieri. L’ultima ordinanza, che mette la parola fine alla querelle, almeno per il momento, sarebbe stata rilascia agli inizia di febbraio, un anno e quattro mesi dopo il clamoroso sequestro.

La notizia, appena arrivata alle case popolari, ha fatto immediatamente scattare la rabbia dei residenti. “Questi sono dei pazzi”, è stato il principale commento. “Noi continueremo la nostra battaglia – ha tuonato una signora, mentre osserva il deposito dell’Ama e quello di Porcarelli -, una sera ho visto alzarsi dei fumi da quei terreni. Come possono dire che è tutto apposto?”.

È rimasto, invece, sotto sequestro il terreno affianco alle palazzine convenzionate (cooperativa del tranviere), dov’è stato trovato del percolato, sebbene ignoti hanno fatto sparire i cartelli esplicativi, affissi sempre dalla Polizia di Roma Capitale, sul cancello sia della Rocca Cencia che su quello in via Nocera Terinese. David Nicodemi

 

 

 

 

Permalink link a questo articolo: http://www.fieradellest.it/rocca-cencia-dissequestrati-i-terreni/

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.