«

»

Stampa Articolo

Riqualifichiamo il Parco di Centocelle!

parco centocelleDopo l’occupazione di domenica 2 marzo, continua l’azione di Cinecittà Bene Comune che rivendica le grandi potenzialità del territorio e del parco, in parte sotto la competenza del VI Municipio. Si punta ad evitare la cementificazione per una grande riqualificazione.

Il parco di Centocelle si estende per molti ettari di territorio ed è compreso in 3 Municipi: Centocelle, Quadraro – Tuscolano e per una piccola parte anche in quello delle Torri, con il quartiere di Torre Spaccata. Solo una porzione di questo – a Centocelle, adiacente via Casilina – è stata, negli anni scorsi, curata e riqualificata con l’installazione di panchine e di alberi. Ma questo non basta. L’estremo valore paesaggistico e archeologico – culturale che il grande parco possiede non sono sfruttati affatto. Per questo domenica 2 marzo la rete territoriale di “Cinecittà Bene Comune” ha occupato simbolicamente il “Pratone di Torre Spaccata”, eludendo la recinzione che chiude da sempre l’ingresso, affiggendo alcuni cartelloni di denuncia per evitare la cementificazione e per realizzare, al contrario, un parco pubblico attrezzato. “Il parco di Centocelle rappresenta uno spaccato unico del paesaggio dell’agro romano, è ricco di reperti storico -archeologici alcuni risalenti all’età prestorica”, racconta Alessandro Luparelli, un membro di Cinecittà Bene Comune. “L’area, di proprietà dell’azienda privata (Fintecna), è minacciata da molto tempo da un Piano Regolatore che prevedrebbe una colata di cemento di 600 mila metri cubi.

alessandro luparelliPer questo la rete di associazioni si sta muovendo per modificare il progetto e creare qualcosa di nuovo, fruibile e soprattutto pubblico sul territorio”. Lo scopo dell’occupazione è stata quello di sensibilizzare la cittadinanza e le Istituzioni per un’immediata unione tra le tre aree principali in cui il parco è diviso: Centocelle, Quadraro, Torre Spaccata, impedendo un ulteriore danno all’ambiente e alla cultura. Luparini sottolinea come sia importante, poi, introdurre una serie di servizi per incentivare turismo interno ed esterno, con la creazione di luoghi di ristoro, siti archeologici o di utilizzare il territorio per grandi eventi culturali. Una possibilità è, anche, rappresentata dall’intervento dei fondi strutturali europei 2014-2020 gestiti dalla Regione Lazio e dal Comune, che potrebbero essere investiti per delle iniziative a favore di questi enormi spazi verdi. Quello a cui si punta è la riqualificazione dei quartieri e la creazione di nuovi posti di lavoro, che rimetterebbe in gioco un territorio delle molteplici possibilità.

Melissa Randò

Permalink link a questo articolo: http://www.fieradellest.it/riqualifichiamo-il-parco-di-centocelle/

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.