«

»

Stampa Articolo

Quella ‘scomoda’ presenza a 5 Stelle

Veronica Mammì e Fabio Tranchina del M5S

Veronica Mammì e Fabio Tranchina del M5S

Tutto passa per i cittadini nel Movimento 5 Stelle. Dai consiglieri è veramente difficile cavare idee e proposte personali. Non si sentono delegati, ma veri strumenti della gente che indica loro la strada da percorrere. Lavorano su linee guida, ma su questioni territoriali passano la palla ai residenti chiamati a decidere sul loro futuro. “Mi rendo conto – spiega Veronica Mammì, consigliera e portavoce del Movimento 5 Stelle VI Municipio – che i cittadini sono totalmente lasciati fuori, ogni decisione viene presa senza la minima consultazione. Il nostro Movimento vuole colmare la distanza tra il cittadino e le istituzioni”. Hanno presentato in Aula una serie di interrogazioni. Fino a questo momento sono l’unica forza politica a fare opposizione.

Si sono occupati degli allagamenti di Corcolle, hanno denunciato per primi il futuro accorpamento dei presidi della Asl, si stanno battendo per l’Adsl, contro i ripetitori e tanto altro. Il Consiglio Municipale è animato solo dalle loro voci. Spesso gli atti che presentano sono imprecisi, colpa dell’inesperienza, della scarsa conoscenza del territorio e “dalla voglia di dare voce a tutti”. In Commissione Cultura si  sono impegnati per integrare una proposta arrivata dal Comune sull’arte di strada. Hanno aggiunto contenuti, che poi la maggioranza ha soffiato loro via. Pagano la buona fede e l’assoluta mancanza di quel cinismo tipico dei partiti che forse non avranno mai. Scomodi, molto scomodi nelle commissioni, dove per anni si è protratto un sistema che andava difeso e protetto: “Non condivido – spiega la Mammì –  il metodo di lavoro delle commissioni. Non riceviamo mai il materiale necessario per presentarci preparati. E così si perdono ore in commissioni a leggere o spiegare dei progetti che, se consegnati in tempo utile, farebbero guadagnare tempo a tutti. Vengono convocate commissioni su progetti che alla fine risultano essere impraticabili per mancanza di risorse o perché non di nostra competenza. Spendiamo soldi dei cittadini per fare cosa? Si devono trattare progetti su cui c’è una fattibilità. Mi rispondono che qui si è sempre lavorato così. E’ accaduto per esempio nel corso della commissione cultura. Abbiamo sprecato del tempo a leggere un progetto. Alla fine ho chiesto cosa si potesse fare e la risposta è stata che non potevamo nulla perché non rientrava nelle nostre competenze. Mi sono arrabbiata, ho chiesto di chiudere la commissione e mi hanno detto di aspettare, che qui si è sempre fatto così. Hanno preso tempo, nonostante avessimo esaurito i punti all’ordine del giorno. Alla mia richiesta di chiudere hanno risposto con il silenzio. Temporeggiavano. Non avevano il coraggio di dirmi il vero motivo per cui non si poteva chiudere la commissione (giustificativo, gettone presenza ndr)”. Vogliono riavvicinare i cittadini alle istituzioni, renderli protagonisti del loro territorio. “Manca la pianificazione, una mappatura – spiega Fabio Tranchina, consigliere e portavoce del M5S – Noi l’abbiamo richiesta. Quando si chiedono spiegazioni scatta l’insabbiamento. Non esiste un’opposizione, la stiamo facendo solo noi e stiamo all’1% del materiale che ci è arrivato”.

Nel giudizio sui partiti presenti oggi in Consiglio Municipale non fanno sconti: “Non abbiamo notato differenze tra destra e sinistra, per alcune cose possono sembrare diversi, ma quando li tocchi su cose che sono di loro interesse sono identici. Il nostro Movimento è orizzontale, le istanze dal Municipio con noi arrivano in Parlamento”. I due consiglieri nei prossimi mesi si impegneranno in particolar modo sui temi della disabilità, dei minori, dell’urbanistica, dell’ambiente e della cultura. Con un orecchio sempre pronto ad ascoltare le istanze dei cittadini.

Federica Graziani

Permalink link a questo articolo: http://www.fieradellest.it/quella-scomoda-presenza-a-5-stelle/

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.