«

»

Stampa Articolo

Quarticciolo, senso di desolazione nel quartiere ‘orfano’ del suo teatro

chiusura teatro -Teatro QuarticcioloDa otto anni è un punto di riferimento; pubblicato il nuovo bando comunale per l’affidamento.

Desolazione, mestizia e quella voglia matta di fare le valige e scappare da un Paese che considera la cultura al massimo come una questione burocratica, con i pochi pro e i tanti contro che questo comporta. Arrivi davanti al Teatro Biblioteca Quarticciolo, nel cuore del popolare quartiere della periferia est romana, e vedi l’ingresso chiuso (quello del teatro) mentre nell’atrio della biblioteca campeggia un manifesto assai eloquente. Poltrone rosse vuote e la scritta ‘chiuso’ con un ’35mila grazie’ invece a ricordare gli spettatori dell’ultimo biennio (oltre 20mila biglietti strappati). Dati che però ad ora non sono bastati per tentare il salvataggio in extremis della stagione 2015/2016. In basso, nel manifesto, campeggiano le mail istituzionali dell’Assessore comunale alla Cultura e al Turismo, Giovanna Marinelli, e del Sindaco di Roma, Ignazio Marino. E’ come se il quartiere avesse perso, anche se temporaneamente, un pezzo della sua storia. In tanti passano davanti a quel manifesto entrando ed uscendo dalla biblioteca; facce sconsolate, ma nessuno sembra aver voglia di commentare. Una ragazza scuote la testa in segno di rassegnazione, limitandosi a chiedersi a voce alta: “Qual è la novità?”.

Il teatro vanta una storia di otto anni (fu inaugurato nel dicembre 2007) e trae vita dal progetto di riqualificazione e di trasformazione di un ex mercato del Quarticciolo. Fino al gennaio 2013 il teatro è stato gestito dall’Associazione Teatro di Roma; poi dal febbraio 2013 l’Assessorato alla cultura lo ha inserito nella rete della ‘Casa dei Teatri’ con gestione da parte di Zètema, mentre per la programmazione l’affidamento è stato vinto da una compagine di associazioni. Per il Direttore Mariano Grimaldi il biennio 2013-2015 si è chiuso all’insegna dell’aumento del numero di spettatori con una crescita notevole nella programmazione. Alla fine di giugno (data di scadenza dell’affidamento) però il sipario è stato chiuso, lasciando fuori dai cancelli una nicchia di eccellenza della cultura locale. D’altro canto nell’Italia dei reality e dei talent, la vera cultura fa sempre più fatica a sopravvivere. A chiudere i battenti sono stati infatti i cosiddetti ex Teatri di cintura come Tor Bella Monaca, Quarticciolo e Scuderie Corsini a Villa Pamphili che stanno pagando il prezzo del ritardo nella pubblicazione del nuovo bando di affidamento degli spazi. Un ritardo, probabilmente dovuto a ragioni di bilancio, che avrebbe origine nelle stanze dell’Amministrazione capitolina la quale, senza batter ciglio, ha comunque provveduto con svizzera precisione all’ormai tristemente noto rituale della riconsegna delle chiavi.

E’ quindi calato il sipario (la burocrazia anzitutto) e le chiavi sono ritornate al Dipartimento cultura del Comune lasciando di fatto senza teatro interi quartieri romani. Dopo la mancata pubblicazione di marzo, finalmente il 6 luglio il Comune ha reso pubblico il nuovo bando per l’affidamento della rete dei ‘Teatri in Comune’ che dovrebbe subentrare così alla ‘Casa dei Teatri e della Drammaturgia contemporanea’. Il bando dovrebbe scadere il 3 settembre 2015 e prevede una gestione sempre biennale (2015-2017) dei tre lotti di Tor Bella Monaca, Quarticciolo e Villa Pamphili. I numeri del biennio appena concluso parlano di 1200 spettacoli e 67 laboratori con un coinvolgimento di circa 200mila persone. La speranza è che questi numeri possano ritornare e continuare a riempire di eventi una città come Roma che ha bisogno di una cultura degna di tale nome. Come diceva qualcuno che di spettacolo se ne intendeva: “The show must go on!”. Ma è molto probabile che per la riapertura e la programmazione ci sia da attendere almeno l’inizio del 2016; per il momento lo show è fermo e rimandato a tempi che si spera siano migliori. Simone Sperduto

Permalink link a questo articolo: http://www.fieradellest.it/quarticciolo-senso-di-desolazione-nel-quartiere-orfano-del-suo-teatro/

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.