«

»

Stampa Articolo

Quanti impegni per la Caserma dei Carabinieri!

carabinieri-gazzella-31A seguito di numerosi incontri, assemblee e riunioni il Comune, il Municipio ed addirittura il Consorzio di Recupero Urbano sembrerebbero interessarsi alla questione della necessità di un presidio delle FF.OO. nel versante prenestino. A volte, però, in contrasto tra di loro.

 

Il Comune

In un incontro svolto il 28 marzo, il CDQ Nuova Ponte di Non ha incontrato la Delegata alla Sicurezza di Roma Capitale, la Dott.ssa Rossella Matarazzo. Durante l’assemblea, il Comitato ha fatto leva sulla necessità di attivare al più presto una Caserma nel versante prenestino, attualmente monitorato dal Comando di Tivoli e dalla Caserma di San Vittorino. Negli ultimi mesi, proprio per questa ragione, si è assistito ad un costante incremento dei furti all’interno di appartamenti, scuole ed esercizi commerciali. A tal proposito le Istituzioni hanno rassicurato il Comitato, affermando che il 5% del ricavato della vendita del patrimonio immobiliare del Comune di Roma verrà destinato all’acquisto di caserme: in tal caso il versante prenestino sarà una priorità per il Sindaco Marino.

Il Municipio

Incaricato dalla Giunta Municipale, il Consigliere Daniele Grasso si sta attivando al fine di trovare una soluzione per l’attivazione di una Caserma dei Carabinieri a Castelverde o in qualsiasi altro quartiere del versante prenestino. “Ho avuto un incontro conoscitivo con il Comando di Tor Bella Monaca – ci spiega il Consigliere – attualmente ho richiesto anche un appuntamento con il Comandante del Gruppo Provinciale dei Carabinieri, sito a Frascati, il quale presiede tutte le Caserme e le Stazioni della zona”. A Roma si parla di una riorganizzazione e razionalizzazione delle Caserme: “Spero che questo induca il Comune a non ammassare le stazioni al centro lasciando le periferie scoperte”, continua Grasso. In questi giorni, dunque, si sta valutando la reale disponibilità e l’individuazione di un edificio che possa ospitare un presidio delle Forze dell’Ordine. Che si tratti di una Caserma dei Carabinieri o di un Comando di Polizia poco cambia, l’importante è assicurare un servizio soddisfacente ai cittadini.

Il Consorzio di Recupero Urbano

Durante l’incontro di giovedì 3 marzo, il Presidente del Consorzio di Recupero Urbano, Luciano Bucheri, ha affermato che “nei quartieri del centro di Roma c’è un presidio delle Forze dell’Ordine ogni 250 abitanti. Nelle periferie, invece, uno ogni 3.000”. Il CRU, dunque, ha avanzato il progetto all’Assessore alle Periferie, Paolo Masini, proponendo di recuperare i fondi necessari dai consorzi di tutto il versante prenestino per l’acquisto o l’edificazione di una Caserma dei Carabinieri o Comando di Polizia. Nel caso di un responso positivo, si procederà con l’organizzazione di un incontro tra comitati di quartiere, consorzi ed Istituzioni al fine di gettare le basi per un progetto.

Lucrezia La Gatta

Permalink link a questo articolo: http://www.fieradellest.it/quanti-impegni-per-la-caserma-dei-carabinieri/

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.