«

»

Stampa Articolo

QRE, giù la maschera!

13220937_518363998366057_1010293831542415939_nLe elezioni amministrative stanno gettando una serie di ombre sull’apartiticità sventolata dai comitati che si sono raccolti intorno al QRE. Se alcuni esponenti, in forma individuale, hanno deciso di aderire alla lista Periferie in Movimento, gli altri sembrano essere diventati il ‘braccio armato’ del Movimento 5 Stelle nei territori del versante prenestino. Un caso fra tutti l’evento del 22 maggio presso Gabii.

Il Movimento 5 Stelle promuove un evento, in piena campagna elettorale, dal titolo ‘A riveder le stelle. Dall’Inferno dell’ecodistretto al paradiso di Gabii’ per il 22 maggio. Comincia a circolare un volantino, con tanto di logo del 5 Stelle, in cui si invitano i cittadini a partecipare: “Vi aspettiamo numerosi per condividere un cammino di viva protesta e proposta insieme ai tanti cittadini del territorio e portavoce che interverranno, come la senatrice Paola Taverna, i deputati Alessandro Di Battista e Stefano Vignaroli, il parlamentare europeo Fabio Massimo Castaldo e la nostra candidata a Sindaco di Roma Virginia Raggi. L’evento è in collaborazione tra il M5S Roma VI e il Comitato Promotore a Tutela della Salute e dell’Ambiente”.

13239257_10209557131067388_4057641185819460136_nL’evento, vista la tematica, viene condiviso e promosso da molti membri del QRE, nonostante sia un chiaro appuntamento da campagna elettorale. I principali esponenti del QRE fanno circolare il volantino con il logo del 5 Stelle, dove si sponsorizza la presenza “della candidata sindaco Virginia Raggi”. Fino a qui potrebbe essere, a voler essere buoni, una semplice condivisione di temi e progetti, visto che proprio il QRE nacque dalla battaglia contro l’ecodistretto e che lo stesso fu promotore del progetto del Parco nazionale dell’Agro Romano.

Accade poi che il Presidente del Comitato Promotore a Tutela della Salute e dell’Ambiente, Katia Ziantoni, comitato nato parallelamente al QRE per presentare un’istanza legale contro l’ecodistretto e grazie al quale i membri hanno potuto raccogliere le risorse economiche utili tramite donazioni di TUTTI i cittadini, rilascia un’intervista a Romatoday, facendosi portavoce dell’iniziativa del Movimento 5 Stelle del 22 maggio. Un fatto inammissibile, visto che il suddetto comitato era identificativo di TUTTI i cittadini, che magari non si identificano nel 5 Stelle, che avevano voluto partecipare economicamente alla battaglia legale contro l’ecodistretto. Inammissibile il fatto che un comitato di raccolta fondi partecipi ad un appuntamento per la campagna elettorale di un partito facendosene tra l’altro promotore. C’è da dire, inoltre, che proprio uno dei maggiori esponenti del QRE, Davide Lanza, è candidato nel Movimento 5 Stelle alle amministrative del 5 giugno per il VI municipio.

Denunciamo, come giornalisti, il fatto increscioso sul social network Facebook. Veniamo contattati prima dal Presidente del Comitato Di Quartiere di Castelverde, Andrea De Carolis, che è l’ideatore del progetto del parco nazionale,  che cerca di spiegare il fatto nella “condivisione del tema da parte del solo Movimento 5 Stelle”. Poi ci contatta Valter Aquilini, esponente dei Disoccupati Organizzati, membro del QRE, che ci spiega, in toni concitati, che “l’attività del QRE ripartirà, finita la campagna elettorale, insieme a tutti coloro che si identificano ancora nella Carta degli Intenti sottoscritta dai comitati e che, forse, l’aver utilizzato il comitato promotore per sponsorizzare l’evento può essere stato un errore e che chiederà al gruppo un comunicato per tenere lo stesso fuori dall’iniziativa”.

Il comunicato arriva ma rincara la dose e l’ambiguità del QRE. Se da una parte circola ancora il volantino del 5 Stelle, dall’altra il QRE, come comitato promotore, ne realizza un altro: l’evento è lo stesso ma si riporta come unico organizzatore il Comitato Promotore a Tutela della Salute e dell’Ambiente: “Il comitato promotore di raccolta fondi a tutela della salute e dell’ambiente presenta il Parco nazionale dell’Agro Romano. Ne parleremo la mattina di domenica 22 Maggio proprio accanto al tempio di Giunone al Gabii, davanti al candidato Sindaco Virginia Raggi, alla squadra municipale e ai parlamentari del Movimento Cinque Stelle, ad oggi gli unici ad aver risposto alla nostra richiesta di incontro con tutti i Candidati Sindaco di Roma. Chiederemo al candidato Sindaco un impegno con il territorio e faremo lo stesso con tutti quelli che ci metteranno la faccia.

Per una volta è la politica a venire dai cittadini e non i cittadini a cercare la politica. In attesa che gli altri candidati rispondano alle richieste di confronto sul tema, domenica prossima ci incontriamo per parlare del futuro dei nostri quartieri”.

L’evento, che era stato organizzato dal 5 Stelle, diventa l’evento del Comitato Promotore. Nessun altro partito, a differenza di quanto scritto nel comunicato, ha ricevuto “richieste di confronto sul tema”. Il nuovo volantino comincia a circolare e scoppia il caso anche nel comitato di quartiere Nuova Ponte di Nona: alcuni cittadini contattano i membri del comitato promotore vista l’ambiguità politica. Il volantino del comitato infatti non riporta la presenza, che invece ci sarà, del Movimento 5 Stelle. Il tutto in piena campagna elettorale. Federica Graziani

 

Permalink link a questo articolo: http://www.fieradellest.it/qre-giu-la-maschera/

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.