«

»

Stampa Articolo

PVQ La Rustica, parlano i gestori

10-28Giorgio Pezza, amministratore unico della Roma Sud Soc. Polisportiva Dilettantistica a r.l. e Alessandro Pezza, Direttore Esecutivo del Villaggio Sportivo, raccontano la loro esperienza nel Punto Verde Qualità La Rustica.

La Polisportiva Roma Sud nasce dall’unione di appassionati di sport negli anni precedenti il 1996. Nel 2008 i rappresentanti della società decidono di partecipare al bando per i punti verde qualità, presentando un progetto per il quartiere La Rustica. “Ritenevamo – spiegano Giorgio e Alessandro Pezza, rispettivamente Amministratore della Polisportiva e Direttore del Villaggio Sportivo – che questa zona in stato di abbandono e carente di infrastrutture fosse un valido indirizzo al quale dare una chance di rinascere e trasformarsi in un posto verde e pieno di attrattive. Appena arrivati abbiamo trovato una situazione di totale abbandono delle aree verdi e mancanza di punti di aggregazione sociale, sportiva e culturale”. Il progetto vincitore del bando prevedeva la realizzazione di uno spazio verde attrezzato, servizi igienico – pubblici, area gioco bimbi all’aperto, parcheggi, area per animali. Inoltre alcuni servizi a pagamento come attività sportive, attività commerciali compatibili, ristorazione, ludoteca, clinica veterinaria.

16976957_10212308370446653_1584613779_nIl progetto che avete presentato nel 2008 disponeva la realizzazione di servizi a pagamento. Quali di questi oggi non sono attivi?

Il veterinario ha disdetto il contratto di locazione in quanto non riusciva a trovare una clientela sufficiente al proseguo dell’attività. Quindi siamo alla ricerca di un altro professionista del settore, mentre l’altra area confinante l’area cani è attualmente affittata per la realizzazione di un centro polivalente, che non riesce ad avere le autorizzazioni necessarie per poter avviare l’attività sanitaria.

Parliamo dei servizi gratuiti forniti alla cittadinanza. Partiamo dal parco. Quanto è grande l’area e quanto è ‘vissuta’ dai cittadini?

Parliamo di un’area di oltre 5 ettari, con l’ingresso principale in Via Federico Turano, e due ingressi secondari su Via della Rustica.  All’interno del parco è stato realizzato un percorso pianeggiante della lunghezza di 1 Km, che caratterizzato da diverse postazioni attrezzate per svolgere esercizi ginnici e fiancheggiato da una pista ciclabile perimetrale. Abbiamo inoltre rivalorizzato un antico tracciato della vecchia Via Collatina, al punto che passeggiando può capitare di ascoltare genitori che parlano ai proprio figli della storia e della cultura romana. Sì, proprio qui, nella piena periferia di Roma, proprio quel risultato che noi ed il Comune volevamo ottenere con questo progetto: riqualificare il quartiere, migliorare la qualità della vita dei cittadini, accrescere il livello socio-culturale tramite la politica del benessere.  Per ciò che riguarda la frequentazione del Parco Fabio Montagna, ovviamente varia a seconda della stagione, ma i cittadini ci dimostrano che l’area è molto ben tenuta. Nel periodo invernale il parco è frequentato quasi esclusivamente dagli amanti delle attività sportive all’aria aperta, mentre sia in autunno che in primavera gli abitanti del quartiere sfruttano quasi ogni giornata di sole per riempire il parco non solo nei weekend, ma anche nei giorni feriali. In estate, invece, possiamo dire che diventa complicato trovare delle aree verdi libere, visto che bambini, ragazzi, genitori e nonni soddisfano le proprie necessità di godere di un ambiente pulito, sano e completamente immerso nel verde riversandosi completamente in quella che ormai è l’isola felice di Roma Est.

Pvq 2Per quanto riguarda l’area gioco bambini, mesi fa, erano dovuti intervenire i vigili a causa della scoperta di rifiuti interrati. Quanto c’è di vero e perché ancora oggi l’area non è fruibile? Quando si prevede la riapertura?

Premettendo che l’area interessata dai “rifiuti interrati” non è quella dell’area giochi dei bambini, ma quella adiacente, ci teniamo a precisare che ci sembra inappropriato parlare di rifiuti interrati, in quanto i recenti rilievi hanno evidenziato come in tale area siano stati ritrovati un vecchio basamento in calcestruzzo, resti di demolizione di un vecchio infisso in legno, vecchie manichette antincendio e maioliche demolite di incerta provenienza e che naturalmente non potevano essere “nostri” in quanto non abbiamo demolito nulla, ma soltanto costruito nuovi fabbricati. Il temporaneo sequestro del sito era probabilmente finalizzato ad attendere il responso dell’ A.R.P.A. (Agenzia Regionale Protezione Ambientale) sulla eventuale presenza di materie inquinanti e cercare di individuare i responsabili. Essendo i rifiuti in questione nient’altro che semplici scarti di demolizioni, abbiamo ottenuto dalla magistratura l’autorizzazione a bonificare l’area a nostre spese pur di restituire al pubblico le aree interessate dai suddetti ritrovamenti.

Area cani La Rustica 5Tra i punti dolenti i cittadini denunciano la questione dell’area cani. Alcuni di loro sono stati costretti anni fa a riunirsi in associazione per mantenere lo spazio che infatti ad oggi risulta ben tenuto. Perché nonostante la convenzione ve lo imponesse non avete mai gestito la manutenzione di quello spazio?

Anzitutto ci tengo a fare i complimenti all’associazione che ha finora autogestito l’area cani con regole, autotassazione, pulizia costante del prato e delle lettiere. In realtà l’area cani non era direttamente gestita dalla Roma Sud, in quanto, nel rispetto della Convenzione in essere con il Comune di Roma, le attività “non sportive” tra le quali risiede anche la veterinaria, sono state cedute ad imprese e professionisti specializzati i quali, nel caso specifico il veterinario, avevano l’onere di mantenere il verde, pulire la lettiera, etc etc. Purtroppo dopo pochi anni dall’avvio della gestione il veterinario ha iniziato a trascurare gli obblighi assunti con la Roma sud e si è formata l’associazione che oggi, spontaneamente cura in maniera amatoriale l’area cani. C’è poi da sottolineare che l’impianto idraulico ed elettrico sono esistenti e perfettamente funzionanti.

Rispetto all’area cani avete recentemente incontrato una delegazione dell’associazione. Quali accordi avete preso con loro? E’ possibile sperare in una collaborazione per il futuro?

L’incontro con la delegazione dell’associazione dell’area cani è stata più che soddisfacente sicuramente da entrambe le parti, durante il quale è prevalso lo spirito di collaborazione e la volontà di continuare a rendere l’area cani un luogo di incontro dignitoso e ben servito. Nello stesso incontro ci siamo anche impegnati a sistemare il loro problema riguardante l’energia elettrica in modo definitivo ed assicuro i fruitori dell’area che al massimo a metà Marzo, l’intervento sarà completato. Per ciò che riguarda la collaborazione futura posso dire che è una certezza.

La presenza di pini nell’area cani e la mancata potatura periodica degli alberi comportano purtroppo la presenza di processionarie che ‘come le tasse’ purtroppo si presentano ogni anno. Come pensate di arginare il problema visto che le processionarie sono un concreto pericolo per cani e persone?

La Roma Sud ha inoltre sempre provveduto alla disinfestazione delle processionarie quando i fruitori dell’area cani lo hanno fatto presente. Giorni fa abbiamo provveduto a contattare una ditta che si occupa di disinfestazione. Non abbiamo ancora la certezza del giorno in cui verranno ma credo che al massimo nelle prossime due settimane sarà fatta un’azione preventiva contro questo problema che nell’arco di un paio di mesi sicuramente si sarebbe manifestato. Quindi siamo in attesa di fissare un appuntamento. Non abbiamo tralasciato questo problema.

10-3Per quanto riguarda la palestra, la struttura vanta un’enorme varietà di offerta. Dalla piscina, alla palestra, fino ad arrivare alla danza e alla recitazione. Quanti iscritti avete ad oggi e quali le attività che vanno per la maggiore?

Per ciò che riguarda l’attività sportiva il centro offre la possibilità di partecipare ai corsi di fitness, palestra intesa come body building, corsi nuoto per bambini ed adulti, acquafitness ma anche discipline sportive nel campo delle arti Marziali come il Karate o nel campo dei balli, come la Danza Classica e Moderna, infine abbiamo un percorso di acquamotricità per i più piccoli, quindi un’attività natatoria dedicati ai 10-22neonati (da 1 a 36 mesi) che rappresenta un vero e proprio vanto, per la qualità dell’attività e per il rapporto genitore-figlio che si viene ad instaurare e che sta alla base di una buona struttura familiare e societaria. Inoltre stanno crescendo le squadre di agonismo del nuoto e del salvamento, vincitrice lo scorso anno del trofeo nazionale “Rescue L’Aquila”,che in un futuro non troppo lontano potranno diventare un vanto per tutto il quartiere della Rustica. Ad oggi abbiamo raggiunto la quota di 2.000 iscritti e siamo molto felici di aver attirato tante persone perchè la nostra attenzione rimane quella di essere un punto di riferimento per il quartiere, una sorta di pit-stop nella frenesia del mondo di oggi, all’insegna del benessere fisico e mentale.

Parco Fabio MontagnaSecondo la vostra esperienza quanto impegno richiede gestire un punto verde qualità come il vostro?

devo dire che è difficilmente immaginabile il dispendio di energie fisiche e mentali che richiede la gestione di un complesso del genere. Significa dover dare la massima attenzione sia all’area sportiva, sia all’area no-profit, perchè i cittadini devono poter usufruire di aree aperte al pubblico che siano sempre pulite, ordinate, illuminate, irrigate, etc etc.. Ne deriva che ad oggi tutte le nostre energie sono concentrate per far sì che tutto funzioni al meglio. Ovviamente può capitare che a volte si possano verificare dei “problemi”, se così si possono chiamare, ma crediamo che grazie all’aiuto dei cittadini e dei fruitori delle diverse aree, con le loro segnalazioni, possiamo ambire a perfezionare il funzionamento delle diverse aree che abbiamo l’onere e l’onore di gestire.

IMG_1570Quanto un gestore privato con questa soluzione può sostituirsi all’amministrazione comunale?

Sinceramente riteniamo che ad oggi il partenariato pubblico-privato sia l’unica forma capace di portare a dei risultati concreti. Sappiamo bene che ad oggi le casse della pubblica amministrazione non sono più così floride come un tempo, così sta ai privati mettere a disposizione le proprie risorse e la propria capacità imprenditoriale per raggiungere dei risultati in grado di migliorare la qualità della vita dei cittadini (e non in ultima analisi far ripartire quel circolo virtuoso che dovrebbe caratterizzare la vita economica di un paese). Ovviamente l’onestà delle imprese è un carattere imprescindibile per raggiungere gli obiettivi prefissati e credo che abbiamo dimostrato di possedere questa qualità, portando a termine il nostro impegno con i cittadini e mantenendo tutte le aree con la massima attenzione.

Federica Graziani

 

 

 

Permalink link a questo articolo: http://www.fieradellest.it/pvq-la-rustica-parlano-i-gestori/

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.