«

»

Stampa Articolo

Pronto il ‘Salva Cesarini’?

Tensione tra le associazioni culturali del territorio che vedono ripetersi i soliti giochi di potere.

Sembra che nemmeno la cultura possa essere lasciata fuori dai giochi della politica. Molte associazioni lamentano un’atmosfera che si è fatta pesante in Municipio. Se prima la cultura era rappresentata sul territorio dall’amico dell’amico, per gli addetti ai lavori con la nuova amministrazione le cose non sono molto cambiate. Nel ciclone il Presidente della Consulta della Cultura, Benedetto Cesarini, per cui il Municipio starebbe confezionando una delibera per riproporne la sua presidenza alla Consulta della Cultura. Lo chiamano il ‘Salva Cesarini’. A spiegare la situazione è Massimo Filipponi, Presidente dell’associazione culturale Sirio 87: “Il VI municipio è legato ancora alla cultura della famiglia intesa come clan di appartenenza, che ha determinato ai giorni nostri, anche cordate imprenditoriali, politiche, finanziarie e di interesse, anche in lotta tra loro per un vero e proprio accaparramento di spazi e interessi privati”.

Filipponi parla di “ricicli di persone che, pur di governare o mantenersi a galla, non disdegnano di cambiare casacca e allargano come tentacoli il controllo e la gestione del potere nella zona. Chi invece non è presente visibilmente nell’agorà governativo, lo sarà in modo occulto magari come il vero manovratore di simili giochi”. Un quadro allarmante che, secondo Filipponi, prende la linfa dalla politica: “L’associazionismo rischia di essere assorbito da questi meccanismi, magari irretito da fondi o finanziamenti elargiti dal Comune a persone o associazioni, su indicazione proprio di appartenenti a logiche che, a prescindere dai meriti, si trovano poi gratificati per aver fatto il salto della scialuppa incaricata di gestire il potere”. Il pomo della discordia starebbe nella volontà dell’Amministrazione di riproporre Cesarini come Presidente della Consulta della Cultura: “Dato che c’è questa persona che ricopre una carica di presidenza e per statuto non può più essere rieletta, si sta cercando di rendere possibile una sua rielezione”.  Una proposta potrebbe essere quella di “assegnare la presidenza a rotazione di sei mesi”.  Filipponi conclude lanciando un appello: “Tutte le associazioni di zona devono far sentire la loro voce, magari riunendosi, per non lasciarsi irretire in piccole cordate gratificanti”.

Federica Graziani

Permalink link a questo articolo: http://www.fieradellest.it/pronto-il-salva-cesarini/

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.