«

»

Stampa Articolo

Primarie Segreteria Regionale Pd, in VI il tracollo

Le segreterie dei circoli del Pd VI Municipio, conquistate tra le polemiche da esponenti vicini a Scipioni, si rendono protagoniste di un vero flop.

Delle migliaia di cittadini che hanno intasato i lavori delle primarie del Pd per la segreteria romana del Partito un paio di mesi fa, restano poche centinaia. Il ‘saccheggio’ dei circoli organizzato dal Presidente del Municipio grazie al quale furono eletti, con numerosi ricorsi per brogli, i nuovi segretari di circolo, tutti vicini a Scipioni, conferma quanto ipotizzato al tempo: un’ascesa al potere che nulla ha a che fare con la militanza politica. Le primarie per eleggere il nuovo segretario regionale del Pd in VI sono un vero flop: al voto solo 646 iscritti. In VI Municipio vince Bonaccorsi, il candidato non sostenuto da Scipioni, con 296 voti. Secondo Melilli con 256, sostenuto dai scipioniani di ferro e terzo Guglielmo con 94 voti.

Crollo nella sede di via dell’Archeologia, che alle scorse primarie aveva registrato il maggior numero di iscrizioni, in cui hanno votato solo 116 persone (34 Guglielmo, 39 Melilli, 43 Bonaccorsi). Va peggio a Largo Mengaroni con soli 63 votanti (8 Guglielmo, 37 Melilli, 18 Bonaccorsi). Il boom lo fa Torre Maura, grazie ai 5 consiglieri municipali eletti, che conta 170 votanti (110 Bonaccorsi, 38 Melilli, 22 Guglielmo). Seguita da Torre Spaccata, unico circolo in cui vince il candidato sostenuto da Scipioni, con 120 votanti (105 Melilli, 6 Guglielmo, 9 Bonaccorsi). Solo 82 votanti nel circolo di Finocchio (54 Bonaccorsi, 24 Melilli, 4 Guglielmo); una decina in più le fa Castelverde, unico circolo salvo dalle grinfie di Scipioni nelle scorse primarie, con 95 votanti (20 Guglielmo, 13 Melilli, 62 Bonaccorsi). Scipioni perde dappertutto tranne nella sua roccaforte Torre Spaccata. Melilli era sostenuto dall’Area Dem/Renzi, Bonaccorsi dai sostenitori del nuovo Presidente del Consiglio dei Ministri, mentre Guglielmo dall’area legata a Civati. Scipioni strappa alcuni posti nell’Assemblea regionale eleggendo Fulvio Consolino, papà della nota Ambra Presidente del Consiglio VI, Mattei e Alveti. Mentre in VI Melilli perde, perché sostenuto da Scipioni, a Roma lo stesso candidato vince con il 62%. Non c’è che dire: un vero attaccamento al partito!

Federica Graziani

 

Permalink link a questo articolo: http://www.fieradellest.it/primarie-segreteria-regionale-pd-in-vi-il-tracollo/

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.