«

»

Stampa Articolo

Prenestino. Al Parco delle Energie nasce lo spazio bimbi autogestito

La Casa del ParcoL’iniziativa è partita a febbraio  e conta circa 10 bambini di età dai 7 mesi ai 2 anni e mezzo. Sono gestiti in completa autonomia, autogestione e autofinanziamento dai genitori. Sullo sfondo la battaglia per riformare la scuola e per garantire un’istruzione pubblica ai bambini.

Un progetto ambizioso e innovativo, in contrasto con l’inadeguato sistema scolastico comunale quello che si tiene all’interno del Parco delle Energie in via Prenestina, vicino al centro sociale Ex Snia. La chiamano Casa del Parco, è uno spazio pieno di luce che ogni mattina feriale si riempie fino alle 15 di bambini dai 7 mesi ai circa 2 anni e mezzo. I loro genitori hanno tentato di inserirli nelle graduatorie comunali, ma per vari motivi (reddito ma soprattutto disoccupazione) ne sono rimasti fuori. E allora “gli adulti” non si sono dati per vinti, con il passaparola (nel CdQ e in special modo nel centro sociale, ma anche nei corsi preparto) si sono raccolti e hanno organizzato eventi di autofinanziamento, per lo più pranzi sociali. Con i soldi guadagnati hanno deciso di ristrutturare e modificare la Casa del Parco, abbandonata dall’Amministrazione dal 2011. Il risultato è stupefacente.

Spiega le modalità di organizzazione una delle mamme, Margherita: “Lo spazio è aperto da febbraio, ma è da novembre che ci lavoriamo assiduamente. Per ovvie ragioni (legali in primis, ndr) non può definirsi un asilo nido. Con delle piccole quote paghiamo le educatrici, per il resto andiamo avanti con l’autofinanziamento. In questa fase sperimentale organizziamo i turni settimanalmente, in modo che ci siano sempre due genitori in loco a guardare i bambini. Abbiamo la stanza gioco e riposo, e la sala ricreativa e lo spazio dove i piccoli mangiano ciò che solitamente i genitori preparano da casa”. Una tale organizzazione è stata utile solo grazie all’impegno di tutti: “Per settimane la sera venivamo qui a imbiancare i muri dopo il lavoro, abbiamo organizzato riunioni con esperti ed educatori per migliorare l’approccio con il bambino. Ci sono delle regole, come quella che chi deve fare l’inserimento del piccolo non può fare anche i turni”. Attualmente nella Casa del Parco vi sono 8 bambini e 3 in inserimento, molti di questi sono stranieri, in linea con la natura multietnica del quartiere.

 L’idea di mamme e papà nasce in seguito all’immobilismo del Comune, che nel 2011 aveva ristrutturato e poi abbandonato lo spazio (storico asilo della fabbrica Viscosa). I lavori sono stati fatti in attuazione di un progetto nato con il contratto di quartiere degli anni ‘80. Al posto dell’ex asilo veniva previsto: un laboratorio artigianale, uno luogo per bambini/ludofficina, uno spazio documentazione e uno per l’attività didattica.

Spiega Alessandra, un’altra delle mamme: “Noi siamo dando seguito a un contratto di quartiere per cui negli anni ‘80 si sedettero istituzioni e cittadini del territorio, e lo stiamo facendo con le nostre forze, in autonomia, autogestione e autofinanziamento. La ludofficina è popolatissima, tutti i giorni apre alle 16, gli utenti sono soddisfatti”. Alessandra spiega come sullo sfondo insista la protesta/vertenza dei genitori contro i tagli del Comune ai nidi: spariscono i supplenti in sostituzione della prima assenza, il rapporto 1/6 tra educatrici e alunni diventa anche di 1/10 nei casi disperati, con conseguente deterioramento del progetto educativo. Scontenta molti inoltre il criterio di scelta nelle graduatorie: “Viene lasciato fuori chi è disoccupato, perché ritengono che chi non lavora abbia tempo per badare ai piccoli. Noi invece vorremmo usare il nostro tempo per cercare lavoro la mattina, non preoccuparci per un servizio che dovrebbe darci lo Stato” dicono le mamme.

Il progetto spazio autogestito nella Casa del Parco intanto continua: l’obiettivo è rendere sostenibile il piano per svilupparlo ancora dal prossimo settembre. Manuel Manchi

Permalink link a questo articolo: http://www.fieradellest.it/prenestino-al-parco-delle-energie-nasce-lo-spazio-bimbi-autogestito/

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.