«

»

Stampa Articolo

Ponte Osa, Virginia Raggi c’è!

raggiA cinque giorni dalla riapertura della via Polense a senso unico alternato, la Sindaca comunica con un post il 29 maggio di aver riaperto il ponte.

Bisogna dire che la Sindaca tra le sue qualità non detiene quella della tempestività. Già dal 24 maggio la via Polense è stata riaperta al traffico a senso unico alternato.

Eppure la Prima Cittadina con un post, con tanto di foto, comunica il 29 maggio che il Ponte Osa è stato riaperto: “Dalla scorsa settimana il Ponte dell’Osa, importantissimo per chi si muove in automobile e con gli autobus nel Municipio VI di Roma, è stato riaperto al traffico a senso unico alternato. Una buona notizia per migliaia di persone; intanto stiamo lavorando senza sosta per presentare al Genio Civile il progetto di ristrutturazione definitiva del ponte, per il quale inoltre è già stato affidato l’incarico. Una volta approvato il progetto, i lavori seguiranno immediatamente e si stima che dureranno circa 30 giorni.  L’Amministrazione continua ad impegnare per ripristinare al più presto il doppio senso di marcia e restituire ai cittadini una struttura centrale per la mobilità della Capitale. Circa l’ipotesi considerata in un primo momento di installare un ponte mobile, tipo BAILEY, nell’eventualità non fosse stato possibile riaprire il ponte anche al traffico carrabile, si attenderà l’esito di una prima fase di sperimentazione del senso unico alternato per poi valutare, d’intesa con il Municipio VI, se procedere o meno in tale direzione. Insieme all’Assessora alle Infrastrutture Margherita Gatta, al Municipio VI e agli uffici tecnici siamo impegnati per risolvere la situazione”.

Parla del Ponte Osa la Raggi, anche se non lo ha mai visto se non sulle foto. La Prima Sindaca, così come l’Assessore Gatta, in località Osa in seguito al cedimento parziale del ponticello lungo 14 metri e largo 9 metri, non ci sono mai state. E i cittadini le hanno aspettate per 49 giorni dalla galera in cui erano stati chiusi. Dal 5 aprile, giorno del crollo, i residenti stanno aspettando che dal Campidoglio si faccia vedere qualcuno. Dal 24 maggio, giorno della riapertura parziale, ormai non ci sperano nemmeno più.

Chi si è fatto vedere ben 4 volte in 49 giorni per girare dei video è stato il Presidente del VI Municipio Roberto Romanella che, soprattutto nell’ultima visita, ha dato il meglio di sé dichiarando che “stiamo trasmettendo la documentazione relativa ad una struttura temporanea tipo bailey ma più moderna che consentirebbe il passaggio a doppio senso. Ieri c’è arrivato il preventivo ed è stato trasmesso al SIMU. Ci stiamo adoperando per poter montare un ponte che consenta il passaggio a doppio senso e senza limitazioni”.

Sarebbe il caso, viste le dichiarazioni contrastanti, che la Raggi e Romanella si incontrassero per discutere della questione. Mentre il Presidente del VI Municipio parla di “una struttura tipo bailey più moderna per il passaggio a doppio senso”, la Sindaca in data 29 maggio ribadisce quanto già dichiarato in Aula nel corso del Consiglio Comunale del 17 maggio dall’Assessore Gatta, ovvero che “circa l’ipotesi considerata in un primo momento di installare un ponte mobile, tipo BAILEY, nell’eventualità non fosse stato possibile riaprire il ponte anche al traffico carrabile, si attenderà l’esito di una prima fase di sperimentazione del senso unico alternato per poi valutare, d’intesa con il Municipio VI, se procedere o meno in tale direzione”.

Appunto, d’intesa con il VI Municipio che, al contrario, diffonde notizie diverse da quelle della Centralità. Federica Graziani

Permalink link a questo articolo: http://www.fieradellest.it/ponte-osa-virginia-raggi-ce/

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.