«

»

Stampa Articolo

Ponte Osa. Viabilità chiusa dal 24 settembre, fino a 14 giorni

41697970_699322317096093_6814108942457634816_nConsegna prevista entro il 15-20 ottobre. Nei giorni scorsi è circolato un allarme su Facebook in merito a un’improvvisa e non comunicata chiusura della strada dal 17 settembre. Contestualmente a una smentita da parte del Presidente del Municipio VI è stata convocata una commissione sul posto, alla presenza del Simu e della ditta appaltatrice.

Il Ponte dell’Osa sembra una storia destinata ad essere ricordata. Era il 5 aprile scorso quando la pioggia portò via una parte delle arcate del ponte, costringendo vigili del fuoco e polizia locale a chiudere la viabilità. Per molte settimane la cittadinanza dovette subire un’insopportabile situazione, aggravata dalla mancanza di adeguata segnalazione.

unnamed-1Si erano susseguiti commissioni, consigli, incontri. Si era parlato di un ponte Bailey, di una chiusura temporanea, di una riapertura a settembre, di evitare disagi. “L’obiettivo era riaprire il ponte prima di settembre – commenta in commissione Agnini, Presidente della Commissione del VI Municipio dei Lavori Pubblici – ma evidentemente non ci siamo riusciti”. Un insuccesso temporale, cui però va riconosciuto un proficuo impegno nel restituire il ponte a una cittadinanza già provata.

La critica viene da Compagnone, consigliere del Partito Democratico, il quale rivendica che con la somma urgenza non ci sarebbero stati ritardi. “Possibile che per un disastro successo ad aprile non si sia riusciti a chiudere i un segnale di lavori in corso, né alcuna luce di segnalazione. Lo fa notare Fonti, consigliere di Fratelli d’Italia: “Qui non c’è illuminazione pubblica, almeno una luce per segnalare il cantiere potevate metterla”. Il Simu risponde che la luce c’era, e che “forse qualcuno l’avrà portata via”. La polizia locale invita comunque la ditta appaltatrice a installare almeno dei catarifrangenti.

Chiudere il ponte il 24 settembre vuole dire infatti solo una cosa: caos. Scuole aperte, ferie finite per tutti, camion. Proprio sui camion c’è da ricordare che il loro transito per Castelverde fu drammatico. Inutili le richieste dei cittadini di allora, che chiedevano di non far passare i camion per via Santa Maria di Loreto. Per giorni i camion si sono incastrati nella strettissima curva che immette sulla via principale di Castelverde. Potrebbe risuccedere la stessa cosa dal 24 settembre?

A questo interrogativo chiede risposte Isabella Frangella, presidente del Comitato di Quartiere di Castelverde, la quale propone di iniziare subito a comunicare e segnalare la chiusura: cartellonistica stradale, percorsi alternativi, divieto di transito ai mezzi pesanti, fermate sostitutive da comunicare immediatamente agli studenti. Il Presidente Agnini chiede dunque agli uffici tecnici del Municipio, a voce, di iniziare a coordinarsi per la perfetta comunicazione.

I lavori vengono invece descritti dal geometra del Simu che sta seguendo le operazioni. “I lavori sono stati eseguiti come da progetto approvato dal Genio Civile – assicura il geometra –I lavori sull’albero sono terminati, restano soltanto i lavori in superficie. I tempi tecnici sono cinque giorni lavorativi, ma viste le previsioni meteo non possiamo escludere rallentamenti. Per questo chiederemo 14 giorni di chiusura, fermo restando che se finiranno prima i lavori la strada riaprirà subito”.

C’è da sperare nel sole, insomma. Viene chiesto l’ultimo sforzo alla cittadinanza e di attendere l’ultimo mese. I lavori sono a buon punto ma quanto sono costati? La domanda la pone Compagnone, ma il Simu non ha saputo rispondere, né quantificare. L’unica cosa certa è che i fondi utilizzati sono quelli del titolo I, ovvero fondi ordinari. Meno chiaro invece perché i lavori siano iniziati in sordina, senza comunicare nulla. Non c’è infatti un segnale di lavori in corso, né alcuna luce di segnalazione. Lo fa notare Fonti, consigliere di Fratelli d’Italia: “Qui non c’è illuminazione pubblica, almeno una luce per segnalare il cantiere potevate metterla”. Il Simu risponde che la luce c’era, e che “forse qualcuno l’avrà portata via”. La polizia locale invita comunque la ditta appaltatrice a installare almeno dei catarifrangenti.

unnamedL’ultima contestazione, di Fonti, riguarda i fornici laterali: “Non potevate mettere dei rinforzi, già che c’eravate, alle arcate laterali? Se dovesse arrivare la pioggia il corso d’acqua proveniente da Monte Compatri potrebbe andare a impattare rovinosamente sul ponte”. Ma il geometra del Simu è categorico: i lavori sono eseguiti secondo progetto approvato dal Genio Civile. Nessun rischio è nessun allarme, dunque.

Intanto la scorsa settimana èarrivata anche la nomina del collaudatore, l’ingegner Primavera, per cui non dovrebbero esserci intoppi. Salvo pioggia. Flavio Quintilli

Permalink link a questo articolo: http://www.fieradellest.it/ponte-osa-viabilita-chiusa-dal-24-settembre-fino-a-14-giorni/

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.