«

»

Stampa Articolo

Ponte Osa, quel pasticciaccio brutto della segnaletica stradale

31870277_10216659375459059_6544857210743160832_nAd un mese dal crollo parziale del ponticello in località Osa e la conseguente chiusura della Polense, arteria principale del Versante Prenestino del VI Municipio, arrivano i segnali stradali in via Santa Maria di Loreto/via Perano. I cartelli installati all’ingresso dei quartieri per indicare l’interruzione della strada, anzichè agevolare gli automobilisti, creano ancora più caos. 

All’assemblea del 26 aprile, avvenuta a Castelverde, per spiegare il nuovo modello di raccolta differenziata, il Presidente del VI Municipio, Roberto Romanella, di fronte ad un centinaio di cittadini, aveva promesso che il giorno seguente sarebbero stati installati i cartelli stradali nella piccola e stretta via Santa Maria di Loreto/via 31870273_10216659369378907_4814094276466049024_nPerano.

Esiste una determina dirigenziale, datata 18 aprile, a firma del Dirigente della Polizia di Roma Capitale, Stefano Napoli, che autorizza  l’istallazione della segnaletica, in seguito alla chiusura della via Polense. Eppure quella determina sembra avere difficoltà imprecisate ad essere attuata: “A via Perano, angolo via Fosso dell’Osa, direzione via Santa Maria di Loreto e Via Santa Maria di Loreto, angolo via Massa San Giuliano, direzione via Perano verrà istituita segnaletica stradale verticale indicante transito vietato ai veicoli di massa a pieno carico superiore a 3,5 tonnellate, da ripetere dopo ogni intersezione”. Inoltre, all’interno del quartiere di Castelverde, in via Massa San Giuliano, intersezione via Santa Maria di Loreto, “in entrambi i sensi di marcia verrà istituita la segnaletica verticale indicante ‘direzione obbligatoria diritto’ integrato da pannello indicante ‘veicoli di massa a pieno carico superiore a 3,5 tonnellate”. Nel pomeriggio del 3 maggio finalmente sono stati installati i cartelli che vietano il transito ai mezzi pesanti.

31880797_10216659371178952_5589900859161968640_nQuesto provvedimento aveva un’importanza ormai vitale per i residenti di via Santa Maria di Loreto che, in seguito alla chiusura della Polense, hanno dovuto subire non solo disagi, a causa del passaggio dei mezzi pesanti su una strada che non ha le caratteristiche per poter supportare quel tipo di veicoli, ma anche enormi danni: è stato distrutto il muro di cinta di un’abitazione, sita nella curva stretta dove via Perano si congiunge con via Santa Maria di Loreto; è stata distrutta la ringhiera di un cortile di un’altra palazzina. Tutto questo per il passaggio di autotreni che, per rientrare in via Massa San Giuliano, transitavano nella piccola strada.

31895358_10216659373699015_8872178561130168320_nIl passaggio degli autotreni in via Santa Maria di Loreto ogni giorno mandava in tilt la viabilità di Castelverde ma anche di Villaggio Prenestino. Infatti la strada è la via di collegamento tra i due quartieri.

L’Amministrazione ha dato seguito alla determina solo il 3 maggio installando inoltre  un cartello con scritto “Via Prenestina” proprio all’imbocco di via Santa Maria di Loreto, inducendo così i veicoli a transitarci.

Andiamo nel dettaglio. Arrivando all’incrocio tra via Polense e via Prenestina Nuova verso Gallicano nel Lazio, ci si trova di fronte al cartello di ‘strada chiusa’. Poco più avanti, prima di via Fosso dell’Osa, un altro segnale indica che a sinistra si prende la Prenestina. Per tornare quindi sulla Polense si indica di passare all’interno di Villaggio Prenestino. Purtroppo, chi arriva da via Fosso dell’Osa verso via Polense non trova indicazioni della strada interrotta.

20180503_120439Percorrendo via Fosso dell’Osa non c’è alcuna indicazione eccetto quella che si trova qualche centinaio di metri prima di via Perano, dove si trova un altro cartello che indica di procedere in direzione dritta per ‘via Prenestina Polense’.

A via Perano non ci sono cartelli stradali se non quelli installati in forma autonoma dai comitati che indicano ai mezzi pesanti il divieto di transito, ma sono poco visibili e purtroppo senza alcuna validità ai sensi del codice stradale.

20180503_121649A questo punto un automobilista ha due opzioni: passare per via Perano, per tagliare e rientrare sulla Polense da via Massa San Giuliano, oppure proseguire dritto e arrivare in via di Lunghezza per poi riprendere la Polense o da via Massa San Giuliano o da via di Lunghezzina.

Valutate che per prendere una decisione però bisogna o conoscere il territorio o avere un navigatore oppure affidarsi al vecchio TuttoCittà.

20180503_121142Arrivando da Corcolle, invece, la situazione dei cartelli stradali è completamente fuori da ogni logica. A meno che l’ automobilista non sappia da solo che ad Osa la strada è chiusa, non esistono cartelli di avviso. Ad eccezione di quello all’incrocio tra via di Lunghezzina e via Polense che però è voltato dalla parte di chi arriva da via di Lunghezzina e si sta immettendo sulla Prenestina.

Quindi tutti i veicoli provenienti da Tivoli e dintorni non possono sapere che proseguendo troveranno la strada chiusa. Andando avanti sulla via Polense, poco prima di via Massa San Giuliano, è stato installato alla fermata dell’autobus, di fronte al benzinaio, coperto dalle foglie di un albero, un nuovo cartello di ‘strada chiusa’ che indica che per prendere la Prenestina è necessario girare appunto all’interno di Castelverde.

Chi purtroppo, al contrario, arriva da Castelverde verso la Polense non trova indicazioni, quindi girando a destra verso Osa troverà la sorpresa.

Sulla segnaletica è stata convocata per il 4 maggio alle ore 12 una Commissione Controllo e Garanzia presso l’Aula Consiliare del VI Municipio per capire “quali atti il Municipio sta mettendo in essere per l’installazione della segnaletica orizzontale e verticale nei pressi del Ponte Osa – Via Polense a seguito della relativa interdizione al traffico veicolare”.

Un pasticciaccio brutto che, oltre a creare notevoli disagi ai residenti, crea una sorta di ‘viaggio alla scoperta’ di cosa ancora non è dato sapere. Federica Graziani

Permalink link a questo articolo: http://www.fieradellest.it/ponte-osa-quel-pasticciaccio-brutto-della-segnaletica-stradale/

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.